Rosy Maggiulli e l’esultanza hot per la vittoria dell’Italia

In un tanga striminzitissimo e a gambe larghe Rosy Maggiulli festeggia la vittoria dell’Italia sul Belgio agli Europei

rosy maggiulli belgio-italia

Rosy Maggiulli, l’ex gieffina tornata alla ribalta per la storia del video porno di cui hanno parlato anche Le Iene, ha regalato una visuale così dettagliata del suo lato B che solo una radiografia potrebbe essere più accurata. In un tanga striminzitissimo e a gambe larghe Rosy festeggia la vittoria dell’Italia sul Belgio a Euro16:

Rosy Maggiulli e l’esultanza hot per la vittoria dell’Italia

ROSY MAGGIULLI E LA STORIA DEL PORNO RUBATO – Le Iene tornano sulla storia del porno rubato a Rosy Maggiulli, ex concorrente del Grande Fratello: Laura Gauthier, che si era già occupata del caso a X Love, ha scoperto definitivamente che tutta la storia era una bufala. Rosy ha inscenato tutto, d’accordo con i due produttori che affermava di voler denunciare per aver diffuso un video hard in cui faceva sesso a tre, per soldi. La Maggiulli ha ricevuto 20mila euro per tutta la storia.

Guarda il servizio delle Iene sulla bufala del porno rubato a Rosy Maggiulli

La prova regina che smentisce le parole di Rosy Maggiulli è la cena al ristorante con uno dei due produttori. La Iena Laura Gauthier sorprende i due che parlano e ridono insieme seduti a tavola e incalza la ragazza che alla fine crolla e confessa:

rosy maggiulli bufala video porno

“È un’operazione di marketing, questo diciamo che era la prima prova di coraggio, sputtanarmi per 20mila euro,per questo canale appunto che si chiama ‘Che cosa faresti per soldi’” e quando la Iena le chiede se considera un atto di coraggio mentire su un fatto così grave, per il quale diverse ragazze si sono anche suicidate, la Maggiulli risponde: “Se è una cosa che ti fa guadagnare 20mila euro in un momento così di crisi, sì”.

ROSY MAGGIULLI E IL PORNO RUBATO A X LOVE – Rosy Maggiulli, ex concorrente del Grande Fratello era stata protagonista di un servizio di X Love dal titolo Complice o vittima in cui era stata ripresa da una telecamera nascosta mentre faceva sesso con due uomini. Rosy era stata chiamata in studio da Laura Gauthier per dire la sua: la ragazza diceva di essere stata fregata perché il filmato è stato messo in rete a sua insaputa. Ma…

rosy maggiulli porno

I due uomini erano due produttori romani, spiega la Maggiulli; le hanno proposto di fare un film e poi sono andati a divertirsi insieme ma, secondo Rosy Maggiulli quella era una vicenda privata, e non il trailer di un film hard “Il ritorno delle Olgettine”, come è stato invece poi presentato sulla pagina Facebook della casa di produzione:

rosy maggiulli porno 1

Ma quando Rosy era stata intervistata per spiegare che lei era la vittima della situazione la musica cambia: l’ex gieffina si era autopromossa parlando della sua carriera fatta a colpi di tette, e di essere disposta a far tutto per soldi. E quindi, si chiedeva la Gauthier, anche il filmato rubato è solo un modo per avere più visibilità? Quando le era stata chiesta la denuncia fatta ai produttori, la Maggiulli diceva di non averla, anzi sotto la pressione delle domande sempre più incalzanti spiegava di non averla ancora fatta: con l’inviata di X Love Rosy era andata dai Carabinieri, ma lungo il percorso si era tirata indietro, e spiegava: “sì ma alla fine dei conti se questa storia qua fosse vera o meno, è comunque un argomento interessante, quindi perché dovete fossilizzarvi sul capire se è vero o finto? Cioè chi se ne frega voglio dire alla fine dei conti”.

Guarda le foto di Rosy Maggiulli

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

Guarda il video sul porno di Rosy Maggiulli qui

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Rosy Maggiulli e l’esultanza hot per la vittoria dell’Italia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *