Sara Tommasi non stava bene quando girò Confessioni Private

Al processo per il presunto stupro dell’attrice sul set di un film hard il neuropsichiatra che la visitò in quel periodo ha dichiarato che chiunque si sarebbe potuto rendere che all’epoca la Tommasi manifestava i sintomi della psicosi e del delirio

sara tommasi perizia pene porno attore - 1

È ripreso il processo per il presunto stupro ai danni Sara Tommasi durante le riprese di Confessioni Private, il film porno rimasto inedito perché l’attrice, su consiglio dell’amico avvocato Alfonso Luigi Marra ne fece bloccare l’uscita. E forse è stato meglio così per tutti. Per Sara Tommasi, che non aveva bisogno di un altro film e per gli spettatori, che non avevano bisogno di un altro film porno con Sara Tommasi.

sara tommasi andrea diprè xtime porno denuncia - 4

 

SARA TOMMASI NON STAVA BENE – Sul banco degli imputati ci sono l’ex manager della Tommasi, Federico De Vincenzo, i pornoattori Pino Igli Papale e Fausto Zulli e il regista del film Alessandro Occhiobello noto con il  nome d’arte di Max Bellocchio. Oggi sono stati ascoltati in veste di testimoni il neuropsichiatra Michele Sforza che ha visitato la Tommasi per quattro volte tra il 2011 e il 2012. Secondo il medico chiunque in quel periodo si sarebbe potuto rendere conto della grave situazione di salute nella quale versava la soubrette. Nello specifico Sforza ha detto ai giudici che in quel periodo Sara Tommasi manifestava i sintomi di psicosi, delirio e soffriva di allucinazioni visive e uditive. Della grave situazione di Sara sui set dei porno cui ha preso parte in quegli anni si sapeva anche grazie ad un’intervista rilasciata da Manzo del Toro (attore che non è coinvolto nel processo) a Il meglio di Internet poco dopo l’uscita de “La mia prima volta”:

 – Come è stato lavorare con Sara Tommasi? Quanto sei soddisfatto di questo film?

Lavorare con Sara è impossibile. Ore di menate, attese, pause, scleri… sapendo che tutta Italia mi avrebbe visto e con 25 persone intorno che mi fermano perche ho mezza palla in ombra… non ero abbastanza esperto per reggere su un set del genere e alla fine mi sono sgonfiato. Però il regista è fantastico… lo stile di Guido Maria Ranieri con i suoi magici effetti mi piace troppo, ha trasformato una litigata in un sogno.

– Chi sono gli alieni di cui parla Sara?
Io con quella pazza non ci parlo. Volevo solo prenderla a schiaffi e chiuderla nel cesso al buio per punirla come meritava… comunque gli alieni esistono e può essere che l’hanno rapita per ingropparsela pure loro.

Di quell’esperienza sul set di Confessioni Privati la Tommasi ha detto fin da subito di non ricordare nulla sostenendo di essere stata violentata moralmente ma non solo, dal cast e dalla troupe dopo essere stata drogata. Il 25 novembre la prossima udienza quando sarà ascoltato il produttore della pellicola, Giuseppe Matera, condannato il 22 maggio 2014 dal Gup di Salerno a due anni e dieci mesi di reclusione per concorso in violenza sessuale per induzione. Matera è stato processato separatamente perché aveva chiesto e ottenuto di essere processato con il rito abbreviato.

0 commenti per “Sara Tommasi non stava bene quando girò Confessioni Private”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche