La fine della storia di quello che taglia il pene dell’amante della moglie

Condannato a quattro anni e mezzo di carcere l’uomo che evirò l’amante della moglie tagliandogli il pene con delle forbici da giardino e buttandolo giù per il water

Ikki Kotsugai pene amante moglie - 1

È stato condannato a quattro anni e sei mesi Ikki Kotsugai, il boxeur e studente di legge giapponese che l’agosto dell’anno scorso ha tagliato con delle cesoie da giardino il pene di un uomo sorpreso a intento ad avere un rapporto sessuale con la moglie. All’epoca dei fatti Kotsugai aveva 24 anno mentre la vittima era un collega 42enne della moglie del pugile.

Ikki Kotsugai pene amante moglie - 2

La scena del crimine dove Kotsugai ha gettato il pene dell’uomo

IL PENE GETTATO GIÙ PER IL TUBO DI SCOLO – Il procuratore aveva chiesto per Kotsugai una pena di sei anni con l’accusa di lesioni aggravate dalla crudeltà. Il pugile infatti dopo aver sorpreso la moglie e l’amante nell’ufficio ha aggredito la vittima stordendola con un nugolo di pugni fino a farla svenire. A quel punto l’aggressore ha estratto il pene della vittima dai pantaloni e lo ha tagliato di netto con un paio di cesoie. Dopodiché Kotsugai è corso in bagno con il membro del rivale in amore e lo ha gettato nel water, tirando l’acqua. La moglie del pugile (i due erano sposati da due anni) era presente per tutta la durata dell’aggressione. Per questo motivo la difesa durante il processo ha tentato – inutilmente – di spiegare il gesto del pugile dicendo che la moglie di Kotsugai gli aveva confessato che un collega più anziano voleva costringerla ad avere una relazione con lui (o, secondo altre versioni, che l’aveva violentata). Secondo questa ricostruzione dei fatti, poi smentita durante il dibattimento, Ikki Kotsugai sarebbe intervenuto per difendere la moglie dalle avance troppo spinte di un uomo che lavorava nel suo ufficio. A quanto pare però nessuno ha creduto a questa versione e anche i tentativi del pugile di trovare un accordo extragiudiziale con la vittima sono caduti nel vuoto. Del resto l’uomo ha perso per sempre la capacità di avere rapporti sessuali e di conseguenza la sua vita è devastata. A margine del pronunciamento dei giudici di Tokyo che hanno comminato la sentenza a Kotsugai va registrato che l’uomo si è scusato con la sua vittima per avergli causato un danno irreparabile. A sua volta la vittima – a sua volta sposata – si è scusata con Kotsugai per aver avuto una relazione con la moglie.

Tanto per rimanere in tema: scopri quanto sei stronzo con questo test!

Il tuo risultato

 

Punteggio:  


Condividi il risultato con i tuoi amici

0 commenti per “La fine della storia di quello che taglia il pene dell’amante della moglie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche