“George Clooney sarà il primo Presidente gay degli Stati Uniti?”

Grandi momenti di fantapolitica in questo luglio rovente, siccome i gossip sull’omosessualità di Clooney non bastavano ecco quello che lo vorrebbe già in lizza per la Casa Bianca. Da domani eh!

george clooney gay - 3

Ci sono dei segreti nella vita di George Clooney, ma a quanto pare non sono sfuggiti a due croniste francesi d’assalto, Maëlle Brun e Amelle Zaïd, che nella loro biografia non autorizzata pubblicata in Francia con il titolo “George Clooney: une ambition secrète” ne hanno rivelati ben due, che la stampa scandalistica ha ritenuto essere importantissimi. La prima notizia è sempre quella: George Clooney sarebbe segretamente (non troppo visto che è un argomento di cui hanno parlato tutti per almeno una decina d’anni) omosessuale. La seconda è che l’attore starebbe puntando molto in alto: alla Casa Bianca.

george clooney gay - 1

Novembre 2015, c’è chi dava per finito il matrimonio con Amal. Le foto gay? Baci sulla guancia (LOL)

L’AMICIZIA PROFONDA CON IL PARRUCCHIERE – Le voci che George Clooney sia gay si rincorrono da tempo, ma l’attore non le ha mai confermate. Gli sono stati invece attribuiti numerosi “flirt” con amici maschi, ed oggi il settimanale Chi punta il dito sulle “troppe” amicizie virili di George. Il che unito al fatto che l’attore ha avuto molte fidanzate significherebbe, secondo quelli bravi a unire i punti e a leggere il non detto, che George è indubbiamente, certamente, sicuramente omosessuale. Il ragionamento non fa una piega, se un uomo ha “troppe” amiche donne è gay, se ha “troppi” amici uomini allora è gay. Il vero uomo probabilmente vive all’interno di una caverna, da solo. E non dimenticate che al cinema George ha vestito i panni di Batman, e si sa che tra Batman e Robin c’è molto più che una semplice amicizia.

george clooney gay - 2

GEORGE CLOONEY ALLA CASA BIANCA – Indizi, voci e ovviamente nessuna prova, è il gossip bellezza. Ma andiamo oltre, la fonte di queste rivelazioni ci dice anche che il parrucchiere della star di Hollywood, Waldo Sanchez, sarebbe in realtà il compagno di George. Mentre il matrimonio con Amal sarebbe ovviamente solo una copertura per potersi fare accettare dall’establishment e avanzare la sua candidatura a Presidente degli Stati Uniti già a partire dal 2018. Il che non ha molto senso, soprattutto se vincerà Hillary Clinton dal momento che Clooney è sempre stato vicino alle posizioni del Partito Democratico ed è stato tra i finanziatori delle campagne elettorali di Barack Obama e di altri maggiorenti del partito. Certo, se dovesse vincere Trump allora alla fine del mandato presidenziale potrebbe anche proporsi e correre alle primarie del partito. Ma stiamo parlando del 2021.

george clooney gay - 4

E non c’è dubbio che le voci sulla sua omosessualità, vera o presunta che sia, verranno usate contro di lui dagli avversari politici. Ma del resto se Obama è riuscito a farsi eleggere anche se in molti pensavano fosse musulmano e kenyota anche George ha buone chance di farcela. Certo, prima di tentare la scalata alla Casa Bianca probabilmente dovrebbe tentare di centrare un bersaglio “minore” un seggio al Senato, oppure diventare Governatore di qualche stato, magari la California. Difficile che l’attore possa farcela così, senza aver dimostrato davvero il suo valore politico. Perché anche negli USA una bella faccia non è sufficiente per diventare Mr. President.

0 commenti per ““George Clooney sarà il primo Presidente gay degli Stati Uniti?””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche