Eleonora Brigliadori ci spiega l’Euritmia

Non c’è niente di più facile che evocare le forze primordiali ascoltando nenie tibetane mixate da David Guetta mentre svolazziamo vestite di bianco brandendo potentissime verghe di rame

eleonora brigliadori euritmia - 1

Basta davvero poco per diventare magiche, un velo bianco, delle scarpe dalla suola sottile per sentire le vibrazioni della Terra (anche se stai al quinto piano) e una verga di rame. Almeno così dice Eleonora Brigliadori in un suo mistico video pubblicato su Facebook (luogo supremo del misticismo).

COME DIVENTARE UNA STREGA IN DUE SEMPLICI MOSSE – L’euritmia è come una danza, solo che invece che ballare ascoltando della bella musica si ascolta roba New Age remixata con i canti delle balene. Spiega Eleonora i vari movimenti della sua prima lezione di euritmia: “Il primo movimento è verso la terra, il secondo si apre al cielo, il terzo nella volontà si apre verso il Mondo e poi si torna verso il Cuore“. Un balletto statico che “ricorda” i giorni della settimana dove ad ogni giorno viene dato un significato arbitrario. Molto interessante il significato del trittico del weekend: venerdì ci porta verso la bellezza (probabilmente quando si esce per andare all’apericena) mentre sabato ci ricorda la profondità dell’essere umano (quante volte l’abbiamo pensato in discoteca). Ma è la domenica che ci fa compiere un viaggio intero nel quale ritroviamo noi stessi (classico esempio di post hangover). Vi sembrerà una cosa folle quello di agitare una bacchetta di rame credendo di evocare le forze vitali del nostro Pianeta quando non riuscite nemmeno ad evocare un rom che ve la rubi, quella bacchetta. Ed infatti è così, perché effettivamente l’euritmia, che fa parte della teoria antroposofica elaborata da Rudolf Steiner (l’inventore della scuola steineriana) non è altro che una specie di ginnastica dolce. Però se siete persone come Eleonora, che credono di essere in grado di controllare le potentissime forze cosmiche della guarigione allora potete senza dubbio cimentarvi in questa buffa danza per streghe un po’agèe. E così potrete sognare anche voi, con i vostri vestimenti ispirati a Carla Fracci, di poter attraversare le correnti gravitazionali, lo spazio e la luce per riuscire a non invecchiare. E quando sarete stanchi potrete trovare ristoro in un bel bicchiere di urina.

0 commenti per “Eleonora Brigliadori ci spiega l’Euritmia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche