Il dipendente ATM che sbrocca contro quello che non ha pagato il biglietto

Un ragazzo di colore colpevole di non aver pagato il biglietto viene insultato pesantemente da un dipendente dell’azienda dei trasporti milanesi. È stata una reazione eccessiva?

atm milano insulti video brenta - 1

Cosa direste voi ad uno che non paga il biglietto? Probabilmente nulla visto che non sono affari nostri, al massimo un timido rimprovero. Quando però sei un dipendente dell’azienda dei trasporti milanesi (ATM) e vi trovate di fronte un passeggero che attende la metro senza aver pagato il biglietto allora forse ti senti in diritto di insultarlo per un minuto intero dicendogli “sei una merda” ed altre cortesie.

SEI UNA MERDA! – È successo – a quanto pare il 14 luglio – alla fermata Brenta della M3. Un dipendente dell’ATM (così pare) prende a male parole un ragazzo di colore, non sappiamo se immigrato, se studente o se cittadino italiano. Secondo l’uomo “l’immigrato” si fa pagare tutto dagli italiani, pure il biglietto della metro. È razzismo? Davvero non è facile dirlo, anche se uno dei due è di origine africana non sembrano esserci sufficienti elementi per poterlo dire. Non ci sono abbastanza elementi per dire nemmeno come faccia il dipendente ATM a sapere che l’uomo non ha pagato il biglietto. L’ha visto scavalcare i tornelli? Guardando unicamente il video – ripreso da una terza persona – non lo sappiamo. Il Corriere ci aiuta a fare luce sull’accaduto, secondo alcune testimonianze il ragazzo sarebbe davvero entrato senza biglietto, eludendo i controlli del personale della stazione e dirigendosi verso il binario. Del resto il ragazzo non sfodera il suo biglietto regolarmente obliterato quindi è lecito supporre che in effetti il tentativo di scroccare la corsa ci sia stato. Ma al di là del “lo fanno anche gli italiani” il punto del discorso è un altro: ha diritto un dipendente di un’azienda di insultare in modo così pesante un’altra persona? A tal proposito l’Azienda milanese ha pubblicato una nota dove comunica di aver avviato un’indagine interna.

In merito al video che circola in rete – relativo a una parte della discussione intercorsa tra un passeggero sprovvisto di biglietto e che ha rifiutato di dotarsene e un dipendente Atm alla stazione di Brenta M3 l’Azienda fa sapere di aver avviato un’indagine interna, anche attraverso l’esame completo delle immagini disponibili riprese dalle telecamere di sicurezza presenti in banchina e al mezzanino, per ricostruire l’esatta dinamica dell’intera vicenda, compresa la parte precedente al diverbio poi messo in rete. Una volta raccolti tutti gli elementi, l’Azienda prenderà i provvedimenti del caso sulla base delle proprie procedure interne e del rispetto dei regolamenti, ivi compreso il codice etico, e delle giustificazioni che il dipendente riterrà di formulare. In attesa di ricostruire l’episodio nella sua interezza, certamente il linguaggio e le modalità utilizzate dal dipendente non rientrano nel codice di comportamento che l’Azienda richiede al proprio personale

0 commenti per “Il dipendente ATM che sbrocca contro quello che non ha pagato il biglietto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche