La crociata estiva di Selvaggia Lucarelli contro le didascalie

I settimanali di moda parlano di donne giudicandole per il loro aspetto fisico e questo non sta bene a Selvaggia Lucarelli. Nella prossima puntata: Selvaggia Lucarelli contro i film porno che trattano le donne come oggetti sessuali

selvaggia lucarelli didascalie estive - 4

Certe battaglie vanno combattute ad ogni ora del giorno e della notte. E Selvaggia Lucarelli, una che di foto altrui se ne intende parecchio, non ha certo intenzione di cedere proprio ora. La nostra blogger preferita ha infatti scoperto che anche Vanity Fair cade nel trappolone della didascalia sarcastica al limite del bodyshaming.

selvaggia lucarelli didascalie estive - 1

Commentando la foto che ritrae Ariel Winter – l’attrice che nella serie TV Modern Family interpreta Alex Dunphy – l’addetto alle didascalie di Vanity Fair chiosa: “E se il costume californiano sta bene a lei … “. Si tratta naturalmente di un servizio di moda balneare sui costumi interi Private Party. Nel pezzo Elena Banfi ne magnifica le qualità e la sensualità:

E soprattutto perché, se regala l’illusione di gambe chilometriche perfino ad Ariel Winter, che proprio una cerbiatta non è, allora non possiamo proprio farne a meno!

Ma a Selvaggia ha dato più fastidio la didascalia di una foto

selvaggia lucarelli didascalie estive - 3

La didascalia incriminata è stata nel frattempo modificata con qualcosa di più neutro

selvaggia lucarelli didascalie estive - 2

ma ormai era troppo tardi, e Vanity Fair è finito nella lista delle riviste sessiste che giudicano le donne per il loro aspetto fisico. Ricordiamo che è possibile giudicare solo l’aspetto dei figli delle showgirl latinoamericane sposate con Stefano De Martino.

0 commenti per “La crociata estiva di Selvaggia Lucarelli contro le didascalie”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche