Fenomenologia di Damiano “Er Faina” Coccia

Con Er Faina il gentismo non è più solo un fenomeno sociale parafascista, un modo populista di raccontare la società. Con Faina il gentismo diventa intrattenimento, e non a caso te lo trovi a fare le ospitate in discoteca

Damiano Coccia er faina - 1

Una volta se volevi sentire degli sproloqui senza senso sapevi che potevi contare sulla loquela da protomartire cristiano di Matteo Montesi, il profeta di Castelfidardo. Ma se proprio vuoi indignarti per bene con del sano gentismo hai poche alternative, o ti guardi un video di Lambrenedetto XVI che ti spiega la politica internazionale partendo dal prezzo dei pannolini oppure ti metti comodo e ti becchi un video di Damiano Coccia, noto alle folle dell’Internet come Er Faina.


ER FAINA VATE DELL’INDIGNAZIONE GENTISTA –
Er Faina è la quintessenza del gentismo da YouTube, quello che fior fiore di pagine fasciogentiste scrivono contro immigrati e governo lui lo dice guardandoti dritto in faccia con le sue sopracciglia spinzettate di fresco mentre il volto gli diventa sempre più paonazzo (si sa, l’indignazione causa questo effetto qui). Er Faina parla di tutto, dei treni che si scontrano in Puglia, di Pokemon Go, dell’attentato di Nizza, della linea della Metro C di Roma oppure del rigore sbagliato da Pellè. Il copione è sempre lo stesso interno giorno, siamo in cucina, Er Faina introduce il tema del suo intervento, poi “lancia” un video registrato con il telefonino dal telegiornale (dal quale ha tratto le informazioni necessarie per poter parlare dell’argomento) si accende una sigaretta ed inizia a indignarsi. Un vero e proprio crescendo rossiniano, una cavalcata delle valchirie di poco meno di cinque minuti durante la quale Er Faina raggiunge l’apice dell’indignazione, dell’incazzatura e della commozione. Ed è la concisione il pregio der Faina, non si perde in lunghi sproloqui, non argomenta presentando dati o cifre, va dritto al sodo e continua a picchiare sul punto.

faina meme griffin - 1

Er Faina è come Peter Griffin quando conduce un programma di approfondimento sulla quotidianità

Coccia è la persona che potresti trovare al bar o all’osteria quando ti fermi a bere una birra dopo una giornata di lavoro e che parte a commentare le notizie. Ci ha rimuginato tutto il giorno mentre tirava su la monezza (Er Faina fa il netturbino) ed è sul punto di esplodere. La sua terapia è registrare un video, quella dei suoi spettatori è la catarsi di vedere “uno come loro” sbroccare contro le ingiustizie del mondo.

Tutte eh. Perché alla fine Er Faina mette sullo stesso piano – nel senso che usa lo stesso registro – gli attentati dell’ISIS e un rigore sbagliato agli europei, Diprè e la solita balla degli immigrati con lo smartphone mentre gli italiani manco c’hanno gli occhi per piangere (o per guardare i suoi video). Ma Faina è anche un fenomeno commerciale, non solo di costume, ormai molti suoi video sono disponibili in versione “completa” solo su Blasteem, su Facebook ci sono solo le anticipazioni. E come tutte le star che si rispettino anche il Faina va a fare le ospitare in discoteca. Questa è la vera novità. Prima i fenomeni dell’internet che facevano le serate in discoteca erano quelli come Diprè, Truce Baldazzi o Bello Figu. Intrattenimento puro insomma anche se un ignorante. Faina invece è riuscito a rendere intrattenimento il gentismo, la critica da bar, l’urlo indignato. Questo è il suo punto di forza e il motivo per cui (assieme ai tanti “coglione” che si becca regolarmente nei commenti) il Faina continua ad avere successo mentre gli altri gentisti da YouTube ormai non mordono più come un tempo.

Ma Er Faina è diventato, suo malgrado un meme: oltre ai suoi classici modi di dire il pubblico ha apprezzato particolarmente i suoi lanci dell’accendino. Un passaggio classico dei suoi video con i quali sottolinea che sta per raggiungere il climax dell’indignazione. Il punto di non ritorno del gentismo. Ma al contrario di altri Damiano sa stare al gioco, eccolo qui mentre scommette con Balotelli su sei palleggi con l’accendino.

E forse è questo il valore aggiunto del Faina, sapere che su Internet non bisogna prendersi troppo sul serio (diciamo che lui lo fa al 90%). In questo modo puoi anche sopportare quelli che ti urlano coglione per strada. Proprio come Andrea Diprè.

Tags:

0 commenti per “Fenomenologia di Damiano “Er Faina” Coccia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche