Il video della mamma che picchia la figlia in diretta su Facebook per darle una lezione

nia green madre violenze - 3

È giusto che una madre per punire ed educare una figlia la picchi e metta il video su Facebook con l’intento di “farlo diventare virale” in modo da farlo vedere a quante più persone possibili? Se lo stanno chiedendo in molti dopo aver visto il filmato del pestaggio di Nia Green la sedicenne americana della Georgia picchiata dalla madre Shanavia Miller.

Da quanto è dato di sapere il tutto è stato scatenato dal fatto che la ragazzina (Nia ha sedici anni) avrebbe condiviso foto troppo “intime” su Facebook e – pare – anche dal fatto che sarebbe stata sorpresa mentre faceva all’amore con il fidanzato. Nel video infatti si sente la madre urlare alla figlia “volevi nascondere quel ragazzo nella mia cazzo di casa?”.

nia green madre violenze - 2

Le foto “indecenti” condivise dalla ragazzina

La risposta della madre non si è fatta attendere, prima avrebbe preso il controllo dell’account Facebook della figlia, poi avrebbe iniziato la trasmissione di una diretta per umiliarla in pubblico. Non solo, la Miller ha anche utilizzato il profilo della figlia per postare aggiornamenti di stato in cui spiegava la situazione e invitava la figlia alla necessaria contrizione.

nia green madre violenze - 1

Resasi forse conto di quello che aveva combinato Shanavia ha provato a metterci una pezza, scrivendo un post dove dichiarava il suo amore per la figlia ma anche rivendicava il diritto a farsi rispettare e ad educarla nel modo che riteneva più opportuno. Alcuni utenti però hanno giustamente ritenuto che ci fosse qualcosa di profondamente sbagliato in tutto questo, la violazione della privacy, le botte, l’umiliazione pubblica. Qualcuno si è messo in contatto con i servizi sociali, altri si sono detti disgustati dal gesto ma ci sono anche quelli che dicono che la madre ha fatto bene. Ma è davvero il modo corretto di impartire una lezione ad una ragazzina?

nia green madre violenze - 2

Il post di scuse pubblicato da Nia Green

Senza dubbio succede che gli adolescenti mettano in atto comportamenti a rischio sui social network, che facciano cose della cui portata non si rendono pienamente conto. Succede, ma per fortuna ci sono degli adulti a spiegare quali sono le regole dell’Internet e quando è meglio non condividere con il mondo intero aspetti della propria vita o della propria persona che si vorrebbe rimanessero privati. Di sicuro però il modo migliore per insegnare una cosa così semplice e scontata (anche se per molti adulti non lo è) non è quella di esporre una parte ancora più consistente della vita della propria figlia agli occhi indiscreti di centinaia di migliaia di spettatori e commentatori. In pochi si sarebbero accorti della foto con l’asciugamano di Nia Green, ora moltissimo hanno visto che è stata picchiata dalla madre e sanno di quella foto. Magari Nia in futuro eviterà di postare foto del genere, ma cosa ha imparato della lezione più importante, ovvero del modo in cui gli adulti gestiscono certe faccende? Probabilmente che gli adulti sono peggio dei ragazzini.

0 commenti per “Il video della mamma che picchia la figlia in diretta su Facebook per darle una lezione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche