Le principesse Disney se non fossero principesse Disney

Roosa Karlsson

Vi siete mai chiesti cos’è che rende i personaggi dei film d’animazione così carini? Sì, sicuramente i colori e il loro modo di essere, ma la chiave sono sempre stati i connotati simili a quelli dei bambini. E negli anni le compagnie d’animazione come la Disney hanno fatto di questo look adorabile uno standard nell’industria. L’illustratrice Roosa Karlsson aka TheNamelessDoll le chiama le “baby face”. “Le chiamo così non per la faccia tonda, più per gli ‘occhi grandi+testa grande+corpo piccolo'”, ha scritto Roosa. “Le donne hanno gli stessi caratteri principali dei bambini. Questo fenomeno è recentemente iniziato ad apparire nei nostri film d’animazione, ma è sempre stato molto comune nei manga/anime per un po’”.Per far notare questa tecnica, Karlsson ha photoshoppato una serie di immagini, che potete vedere qui sotto nella gallery pubblicata da Bored Panda, dove ha reso le proporzioni dei personaggi dei film d’animazione più realistiche. I cambiamenti sono minimi, ma l’impressione che danno cambia. Da questi lavori è nato un dibattito molto acceso su quale fosse la migliore versione. Alcuni dicono che i personaggi dei film d’animazione non abbiano bisogno di rappresentare la vita vera, mentre altri pensano che questi ideali di bellezza irrealistici distorcono il nostro punto di vista. E voi cosa ne pensate?

Guarda le immagini ritoccate di Roosa Karlsson:

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “Le principesse Disney se non fossero principesse Disney”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche