He Zi: il video della proposta di matrimonio alle Olimpiadi di Rio

Quando si dice un concentrato di emozioni in pochi minuti. La cinese He Zi, medaglia d’argento nei tuffi ai Giochi di Rio 2016, ha ricevuto una proposta di matrimonio appena scesa dal podio dopo

he zi proposta matrimonio olimpiadi

Quando si dice un concentrato di emozioni in pochi minuti. La cinese He Zi, medaglia d’argento nei tuffi ai Giochi di Rio 2016, ha ricevuto una proposta di matrimonio appena scesa dal podio dopo la premiazione. L’originale scena è stata ripresa direttamente dalla Obs, la televisione ufficiale delle Olimpiadi. Seconda nel trampolino da 3 metri alle spalle della connazionale Shi Tingmao e davanti all’italiana Tania Cagnotto, doveva ancora metabolizzare il risultato quando Qin Kai – a sua volta medaglia di bronzo nei tuffi sincronizzati da 3 metri – le si è presentato davanti con tanto di anello. Davanti a praticamente tutto il mondo. Disorientata, ovviamente paralizzata per alcuni secondi, la ragazza non ha trattenuto le lacrime e ha fatto un piccolo cenno di approvazione con il capo prima che il suo fidanzato le si inginocchiasse davanti, per poi metterle l’anello al dito

He Zi: il video della proposta di matrimonio alle Olimpiadi di Rio

Si sono con discrezione abbracciati e poi si sono allontanati mano nella mano. “Sono sei anni che stiamo insieme, ma non mi aspettavo che lui mi chiedesse di sposarmi oggi”, ha dichiarato mostrando con orgoglio l’anello. “Ha detto molte cose, ha promesso molto, ma penso che quello che mi ha toccato di più è che è l’uomo in cui posso riporre la mia fiducia per il resto della mia vita”, ha aggiunto il medaglia d’argento olimpica

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “He Zi: il video della proposta di matrimonio alle Olimpiadi di Rio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche