Nina Moric e la foto con lato B dopo il terremoto

Nina Moric di spalle in costume al tramonto. C’è chi trova inopportuno lo scatto dopo il terremoto. Ma la modella spiega che le cose non sono come sembrano

nina moric terremoto

Qualche ora fa Nina Moric ha pubblicato sul suo Instagram una foto che la ritrae di spalle in costume intero di fronte ad un cielo al tramonto. Uno scatto castigato. Il lato B si vede ma non è ostentato né dalla posa né dall’outfit. Infatti il costume non era sgambato a perizoma. Insomma niente a che vedere con altre foto con culi ben in mostra che si vedono sui social. Anche il messaggio che accompagnava l’immagine pubblicata dalla modella croata si limitava a descrivere il contesto della foto, non era certamente uno di quei selfie atroci con cui abbiamo visto condire frasi di solidarietà per le vittime del terremoto che ieri ha colpito il centro Italia.

Nina Moric e la foto con lato B dopo il terremoto

Lost in the desert ( part 2 ) 🌅

Una foto pubblicata da 🌟🌟🌟 (@nina__moric) in data:

Qualcuno però ha trovato inopportuna l’immagine e ha criticato la Moric che ha risposto:

tu vedi un culo a pecora con un perizoma? Io vedo una foto di una sagoma al tramonta, la trovo quasi tenera, quindi per favore. I vostri moralismi, teneteli per voi anche perché a me non mi toccano.

La polemica è continuata con altre critiche:

In un giorno come questo postare foto non inerenti al dolore della povera gente che ha perso figli genitori case il propio paese lo trovo frivolo e nessuno ha parlato di perizoma e nessuno è moralista è solo una questione di buon gusto in un giorno di dolore.che a te non tocca non ti fa onore perché dovrebbe toccarti quello che oggi Italia sta vivendo. Nessuno mette in dubbio la tua foto o il tuo panorama ma oggi abbiamo il panorama della distruzione di un paese .di 120 Morti tanti dispersi e tanta disperazione

E la pronta risposta della modella:

io comunque per tua informazione, non sono italiana, e in questo momento, sono dall’altra parte del mondo, mi ritengo cittadina del mondo, proprio per questo bisogna essere pacati e rispettosi sempre, per Aleppo, Parigi, Istanbul, Orlando, io in questa foto sono stata rispettosa come lo sono sempre. Saluti.

Nina Moric ha pubblicato successivamente un altro post per spiegare ulteriormente le sue ragioni:

Egregi moralisti, vi spiego un paio di cose, innanzitutto vi è stata concessa da tutti i social una funzione fondamentale, ovvero quella del tasto “non mi piace più” che potete utilizzare tutte le volte che non condividete una scelta di qualcuno che seguite, seconda cosa non sono in Italia, e non sono italiana, quindi potrei tranquillamente far finta di niente, e invece no, stamattina poco prima delle 8 sono stata la prima a pubblicare qualcosa riguardo la tragedia che ha colpito il cuore del vostro paese. Per una foto in cui non si vede altro che una sagoma al tramonto, siete venuti a criticarmi e farmi la morale. Mi piacerebbe spiegarvi che ormai siamo quasi tutti cittadini del mondo, e ormai quasi tutti i giorni ci troviamo di fronte a una sciagura, che si tratti di terrorismo, di guerra, o di calamità naturale, sono sempre innocenti a pagarne le conseguenze, quindi, per mia scelta, vedete sempre poche foto, mai volgarità, pochissima ostentazione del corpo, o di qualsiasi altra cosa, proprio perché credo che ci troviamo in un periodo storico particolare, dove un contegno e un decoro vanno tenuti a prescindere dall’evento quotidiano. Non posso permettere a me stessa di accettare le vostre morali, perché comunque chi ha trovato il tempo di criticarmi qui, con ogni probabilità non ha raggiunto i luoghi colpiti dal sisma, e non si è messo a scavare a mani nude, non ha donato il sangue, né ha contribuito in nessun modo ai soccorsi. Credo che non esista tempo per il dolore, che se mai qualcuno oggi si urtasse davanti ad una mia foto con un costume intero, sappiate che si urterà anche domani e così per molto tempo, perché non esiste tempo che restituisca i cari a chi li ha persi, nessuno ricostruirà mai le case di chi ha perso tutto. Mi sento in pace con me stessa, oggi, così come tutti i giorni, ho mantenuto un decoro sui social che vedo raramente in altre persone seguite da molti, le vostre parole non mi toccano, ma voi ragionate sulle mie.

Una foto pubblicata da 🌟🌟🌟 (@nina__moric) in data:

E quello che racconta è vero come testimonia l’ora in cui è stato pubblicato l’appello per la donazione di sangue su Facebook

L’appello di Nina Moric per la donazione di sangue dopo il terremoto

nina moric terremoto 1

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Nina Moric e la foto con lato B dopo il terremoto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *