La ragazza aggredita perché fa il bagno in topless

Un catfight in piena regola su una spiaggia francese. Nell’angolo rosso la donna che vuole fare il bagno con le tette fuori, in quello blu la madre di famiglia che fa apprezzamenti volgari sui seni dell’altra. Per fortuna non ci sono state vittime e non è stato uno scontro di civiltà

aggressione bagno topless - 1

Dalle spiagge francesi, dove uomini e donne si dibattono come pesci appena pescati sulla liceità o meno di andare in spiaggia indossando il cosiddetto burkini arriva una storia che racconta l’esatto opposto ovvero un caso in cui una ragazza è stata aggredita per aver osato fare il bagno in topless. L’episodio è avvenuto giovedì scorso sulla spiaggia fluviale di Dames sul fiume Charente nei pressi della cittadina di Chateauneuf-sur-Charentes.

aggressione bagno topless - 1

Un’aggressione senza alcuna connotazione politica o religiosa, a quanto sembra, scatenatasi quando una donna sulla trentina è entrata in acqua senza la parte di sopra del costume. Un’altra donna che secondo la bagnante era più giovane di lei (ma alcuni dicono che sia stato un gruppo di adolescenti) che stava a riva le ha intimato di coprirsi i seni, insultandola e facendo degli apprezzamenti volgari sui suoi seni. Dal momento che la bagnante si è rifiutata di vestirsi la situazione è rapidamente degenerata quando le due contendenti dopo un breve alterco sono venute alle mani. Ad avere la peggio è stata la bagnante con le tette al vento che ha iniziato a sanguinare dal naso. A quanto pare a questo punto gli animi hanno iniziato a placarsi e – complice l’arrivo delle forze dell’ordine allertate dai numerosi testimoni – la faccenda è finita lì senza nemmeno una denuncia a carico degli aggressori (o della donna). Anche se il sindaco della tranquilla cittadina ha parlato di un episodio “grave” tutti hanno cercato di minimizzare l’incidente, perché già alcuni partiti avevano iniziato a raccontare la vicenda come un episodio di intolleranza religiosa dei musulmani nei confronti delle nostre libertà civili. Nel frattempo qualcuno aveva organizzato su Facebook una manifestazione di solidarietà “tutti a seni al vento” per esprimere la propria vicinanza alla nuotatrice in topless. Purtroppo l’evento è stato annullato e non possiamo mostrarvi nessuna foto del boobs mob fluviale. A quanto pare l’evento è stato cancellato perché è venuto fuori che il topless era solo una questione marginale, le due donne infatti (entrambi madre) avrebbero iniziato a litigare in seguito ad una provocazione fatta dai figli di una delle due (quella più pudica). E pensate che per ricostruire questo episodio ci sono voluti tre giorni e quattro articoli di giornale.

0 commenti per “La ragazza aggredita perché fa il bagno in topless”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche