La vera storia del signore anziano in lacrime per il telefono rotto

Avrete visto anche voi girare su Facebook il meme del vecchietto che porta il telefono a riparare. Ecco chi è davvero e qual è la storia dietro quella foto

signore anziano

Avrete visto anche voi girare su Facebook il meme del vecchietto che porta il telefono a riparare, ma dopo aver scoperto che non è rotto, “piange” chiedendo perché i figli non lo chiamano se il suo cellulare non ha alcun problema. Una di quelle immagini “prendi like” che vanno tanto di moda ultimamente, che ha creato anche molti meme parodia divertenti. La storia di quest’uomo però, è molto più triste di quella che si sono inventati. Il 78enne, il cui vero nome è Dallas Watts, è stato aggredito da sei adolescenti dagli 11 ai 17 anni nel 2012.

meme del signore anziano in lacrime

 

LA STORIA DEL SIGNOR DALLAS WATTS – Il signor Watts stava tornando a casa dal Gas Express Mart at Starr Avenue and White Street alle 16.45 circa di un sabato pomeriggio, quando i ragazzi lo hanno approcciato. Come ha raccontato la vittima nelle varie interviste, uno degli aggressori ha indicato il signor Watts e ha detto ad un altro “buttatelo giù”. “Perché mi state picchiando?” chiedeva il 78enne, ma il ragazzo senza rispondere ha di nuovo incitato il suo compagno a “buttarlo giù”. Il signore anziano ha raccontato che uno dei ragazzi l’ha colpito dietro la testa facendolo cadere a terra, e quando ha chiesto di potersi alzare uno dei ragazzi l’ha colpito con un forte calcio allo stomaco.

Uno di loro schiacciava il collo della vittima con un piede, mentre un’altro urlava con cattivera “uccidilo”. I ragazzi lo picchiavano ancora e ancora mentre il 78enne era a terra senza un minimo di pietà. Ma perché hanno deciso di aggredire un povero vecchietto? Il signor Watt ha ipotizzato che l’assalto fosse una vendetta alla morte del 17enne Trayvon Martin, che è stato ucciso da un colpo di pistola di George Zimmerman, uno dei vigilanti del quartiere. Infatti l’attacco è accaduto poche ore dopo una pacifica marcia per supportare la famiglia di Martin. La vittima ha detto di non aver mai posseduto armi e di non aver mai lasciato che i suoi figli giocassero a “guardia e ladri”. Non ci saranno altre morti, ha detto. Subito dopo l’attaco però, ha progettato di comprare una pistola e di ottenere il permesso per portarla con se. “Quello che mi è successo dietro l’angolo, ha cambiato la mia prospettiva sull’umanità”.

TUTTI I MEME DEL SIGNORE ANZIANO IN LACRIME – Avrete visto anche voi in giro sulle pagine Facebook il triste meme del signore che va a riparare il telefono, ma non è rotto. In questi giorni sono iniziati a girare altri meme che prendono in giro proprio questa immagine creata per impietosire il popolo di internet e strappare qualche like. Se non vi siete accorti di niente e non sapete di cosa stiamo parlando, vi basterà sfogliare la gallery qui sotto per essere al passo con i tempi. Se invece siete a conoscenza di questa nuova moda, potrete vedere raccolti qui sotto tutti i meme parodia più divertenti.

Guarda i meme del signore anziano in lacrime:

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

Tags:

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

0 commenti per “La vera storia del signore anziano in lacrime per il telefono rotto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche