Emma, il figlio da sola e l’amore senza sesso

Emma Marrone intervistata da Gioia parla del tour che partirà a settembre. Ma anche della sua vita privata e delle sue convinzioni sull’amore…

emma marrone intervista gioia

Emma Marrone intervistata da Gioia parla del tour che partirà a settembre. Ma anche della sua vita privata e delle sue convinzioni sull’amore. “Ognuno ha diritto a essere felice a modo suo” spiega. Approvando l’adozione per le coppie omosessuali:

Facciamo il punto della situazione extra musica: cos’è davvero importante per Emma, adesso?
Vivere con coerenza. Non mi tiro mai indietro davanti a cause in cui credo, come la possibilità di adottare perle coppie omosessuali: il figlio di due mamme o due papà non sta meno bene di quello della coppia etero. Siamo nel 2016, basta con queste stupidaggini: ognuno ha diritto a essere felice a modo suo.

E progettando un figlio, anche senza un padre se non ne troverà uno adatto:

Il suo modo qual è?
Vorrei un figlio. Spero di farlo con un uomo che sia un padre degno e affidabile, ma se non dovesse accadere anche da sola. Per molti è un discorso egoistico e contronatura, ma io penso che nella vita devi sentirti libero di fare ciò che credi giusto. Senza contare che non sarei proprio sola, di sicuro avrebbe tante zie.

La galassia delle sue amiche…
Già, mi chiedono di farlo un bambino, a patto ovviamente di poterlo crescere loro… Adesso però nella mia vita non c’è spazio per un piccolino, sono sempre in giro, non posso pensare di fargli fare una vitaccia fin da subito. Vorrei dargli l’infanzia che ho avuto io, i nonni, la campagna, le galline, i coniglietti.

L’amore è amore insomma per Emma Marrone…

Cresce tra i giovani l’idea che l’amore non abbia sesso: si ama l’altro o l’altra per quel che è, a prescindere dal genere. Lei cosa ne pensa?
Sono molto d’accordo. Questa smania di etichettare è esaperante. Spero che questa fluidità renda le nuove generazioni meno critiche e più elastiche, meno giudicanti.

E chissà quanti tra le righe di queste risposte penseranno alla leggenda di Emma Marrone lesbica. Perché di un personaggio pubblico alla fine di può dire fino a cinque minuti prima che ha una tresca con un suo ex, e cinque minuti dopo che è omosessuale.

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Emma, il figlio da sola e l’amore senza sesso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche