Costantino Vitagliano al Grande Fratello Vip

Costantino sembra essere riuscito, dopo dieci anni, ad archiviare la pratica Vallettopoli e le crisi di panico di cui ha sofferto dopo la fine dell’impero di Lele Mora. Ma qual era il rapporto con l’agente dei Vip di quello che per molto tempo è stato definito “il fidanzato di Lele Mora”?

Costantino Vitagliano

Un grande ritorno per l’ex tronista di Uomini e Donne: Costantino Vitagliano parteciperà al documentario sul cimitero degli elefanti al Grande Fratello Vip condotto da Illary Blasi. Da qualche tempo, forse i più attenti se ne sono accorti, Vitagliano era scomparso dalle scene. Niente TV, rarissime le ospitate nei locali, insomma non lo voleva più nessuno oppure il re dei tronisti aveva trovato la vita fuori dal piccolo schermo?

COSTANTINO TRAVOLTO DA VALLETTOPOLI – In realtà, non è così: innanzitutto perché Vitagliano è stato uno degli indimenticabili personaggi di The Lady, la fantastica Web Serie creata da Lory Del Santo. In secondo luogo, come spiega Costantino in un’intervista concessa ad Oggi in occasione del suo ritorno alla TV commerciale i motivi della sua sparizione dal mondo dello spettacolo sono altri. Il più importante, racconta (rigorosamente in terza persona) è stato la nascita della figlia Ayla che compie un anno in questi giorni (ci tiene però a far sapere che in ogni caso è single). Ma Costantino non lo si vede in giro dal 2011, cosa è successo negli altri quattro anni? A quanto pare l’ex tronista continua a fare serate in discoteca ma si occupa principalmente di gestire i suoi affari e la pizzeria che ha con alcuni soci a Milano. Ma non è tutto, perché durante gli anni d’oro Costantino ha vissuto male la celebrità, al punto da essere soggetto a soventi attacchi di panico. Poi, per evitare di avere un nuovo crollo psicologico  per due anni ha vissuto a Madrid ma i guai con il fisco lo hanno costretto a tornare in italia (ora sta lentamente ripagando il debito con l’Erario). Il problema principale però è stata Vallettopoli e lo scandalo che ha travolto Lele Mora e il suo regno dove non sorgeva mai il sole (visto che era prevalentemente notturno). Costantino era uno dei golden boy del manager ed è rimasto coinvolto nella caduta del sultano della Costa Smeralda. Come ha vissuto quella situazione?

Ho pagato a caro prezzo lo scandalo di Vallettopoli, in cui non c’entravo nulla. E le persone che mi circondavano allora sono sparite. Finito Costantino, hanno cercato altre strade.

Insomma Costantino è stato scaricato da tutti e non ha più sentito nemmeno Lele Mora. Nel 2010 però, quando Vallettopoli era ormai conclusa Vitagliano sempre ad Oggi aveva parlato di Mora come il “padre padrone degli artisti” al quale tutti dovevano ubbidire. Drammatico il racconto del loro ultimo incontro, durante il quale Costantino decide di abbandonare Mora

Quando lo incontro lo saluto. Sono stato uno dei pochi a non abbandonarlo durante Vallettopoli. Ho aspettato che venisse prosciolto. Siamo andati a cena da soli e gli ho spiegato perché lo lasciavo. Non era più un manager. Era un personaggio. Me lo trovavo in concorrenza nelle discoteche. Non sono un traditore: non sono andato in un’altra agenzia come hanno fatto gli altri

Del resto lui era il cavallo di razza della scuderia di Lele Mora, e alla fine, anche se era grato al suo agente per avergli aperto le porte di Uomini e Donne (dove aveva tentato di entrare per tre volte ma era stato scartato perché “troppo bello”) all’epoca diceva che era stato Lele a sfruttarlo:

E lui mi ha sfruttato: se una discoteca voleva Costantino doveva prendere anche altri quattro artisti. Nessuno avrebbe retto i miei ritmi, non c’è stato più nessuno come me. Se ha guadagnato tanto mi deve ringraziare

Ma per fortuna lui era protetto da qualcuno più potente di Lele Mora. Dio? No, più potente: Maria De Filippi (e Maurizio Costanzo). Ma attenzione, perché nel 2014 durante un’intervista su Chi Costantino accusava proprio coloro che l’hanno difeso dagli appetiti di Lele Mora di averlo usato sfruttandolo per riempire il palinsesto di Canale 5, però la cosa gli andava bene, perché Maria è un genio e perché alla fine anche lui ci guadagnava. Anche lì ricordava come la fine di tutto sia stata Vallettopoli:

Quando poi sono iniziati i primi casini per Mora, con Vallettopoli, il mio sistema nervoso è esploso. Un giorno ero a casa con Linda e sono svenuto. Un attacco di panico. Lele Mora, che abitava sotto, è arrivato e ha chiamato l’ambulanza (stranamente senza avvisare i fotografi di Corona, cosa che faceva regolarmente con tutti i suoi artisti). Da quel momento ho iniziato a star male, non controllavo più mente e corpo, vivevo con lo Xanax in mano e andavo tutti i giorni all’ ospedale a farmi visitare: stavo bene solo lì. Volevo anche comprarmi la macchina della Tac … Era come se volessi essere malato. Sono dovuto andare in Spagna, lontano da tutto e da tutti, per iniziare a stare meglio. E intanto intorno a me sono spariti tutti, Mora compreso. Meglio così: oggi io sto bene, loro non so

COSTANTINO VALLETTOPOLI E LELE MORA – Ma qual è stato, se c’è stato, il ruolo di Costantino durante lo scandalo di Vallettopoli? L’inchiesta relativa al giro di “scambi di affettuosità” (così vennero definiti da Sottile) tra vallette, showgirl e personaggi politici (in particolare Salvo Sottile,  portavoce dell’allora Ministro degli Esteri Gianfranco Fini) ha coinvolto Lele Mora (che però è stato prosciolto) e Fabrizio Corona (che invece è stato condannato per le estorsioni ai danni di alcuni VIP). Nell’inchiesta finirono anche  Alessia Fabiani, Ana Laura Ribas, Francesca Lodo, Belén Rodríguez, Fernanda Lessa e Aída Yéspica che durante gli interrogatori condotti dai PM Henry John Woodcock e Frank Di Maio ammisero o furono indicate come consumatrici abituali di cocaina. Contrariamente a Corona (il cui personaggio è stato “creato”dall’agente dei VIP) Vitagliano, che era uno dei protetti di Mora, non è stato indagato ed è uscito pulito dall’inchiesta non essendo stato coinvolto dai testimoni. Il fatto di fare parte di quel mondo, quasi essendone il volto, però ha segnato la carriera di Vitagliano e la sua immagine ha subito un duro colpo. Molte delle soubrette coinvolte nella vicenda invece, dopo un breve periodo lontane dai riflettori sono tornate tranquillamente in attività, e anche Fabrizio Corona, prima di essere definitivamente assicurato alla giustizia ha avuto modo di proseguire la sua carriera. Costantino Vitagliano invece, anche se non è stato minimamente sfiorato dalla vicenda giudiziaria, ha pagato il fatto di essere il simbolo del sistema allestito da Lele Mora. Anzi, per un certo periodo sulle riviste di gossip Costantino è stato definito il “fidanzato di Lele Mora” e qualcuno sosteneva che i due vivessero assieme (secondo Costantino in realtà avevano solo degli appartamenti nello stesso palazzo). Qualche anno dopo l’ex tronista era tornato sulla vicenda specificando che lui era solamente il fidanzato mediatico quello vero invece era un altro, Fabrizio Corona:

Quello è l’amico speciale, fidanzato, compagno di Lele Mora. Era una cosa che effettivamente tutti sapevano, nell’ambiente tutti lo dicevano tranquillamente. Tant’è che poi io, da lì, l’ho dato anche un po’ per scontato. Li vedevo che avevano comunque un rapporto molto speciale, ed era chiaro e palese che Lele era perdutamente innamorato di Fabrizio. Tutti sospettavamo che Lele mantenesse Fabrizio Corona. Non so se abbiano consumato, anche perché Lele fa l’uomo, tu ce lo vedi Fabrizio a fare la donna?

Una storia raccontata anche da Rocco Casalino, anche lui appartenente alla scuderia di Mora e attualmente in forza allo Staff di Beppe Grillo, che fece andare su tutte le furie Fabrizio Corona. A Novella 2000 Corona aveva raccontanto il suo rapporto con Lele Mora spiegando:

era chiaro che gli piacevo, ho intuito subito che aveva un pallino per me. Inizialmente Lele mi ha aiutato. Poi quando sono uscito dal carcere ho fatto un sacco di soldi e nel momento del bisogno sono stato io ad aiutare lui. Ma i soldi che mi ha dato non li ho più restituiti

Ora finalmente, dopo quasi dieci anni di recriminazioni, Costantino sembra pronto a tornare all’ovile. Di recente ha lodato la De Filippi per la sua scelta di portare in televisione il trono Gay (ricordando però che nel 2012 era lui il prescelto a condurre Made in Love ovvero il trono gay in salsa partenopea su Napoli Tv) chiedendo rispetto per il “vecchio trono”. E così, regolati i conti con il passato Costantino farà il Grande Fratello Vip. In fondo voleva partecipare alla prima edizione del Grande Fratello (ma l’hanno scartato) ed è giusto che la Storia gliene renda merito facendolo partecipare alla prima edizione del GF per persone importanti.

 

 

Tags:

0 commenti per “Costantino Vitagliano al Grande Fratello Vip”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche