Manuel Agnelli: il cattivissimo Piton di X- Factor 10

Manuel Agnelli è già acclamato dagli orfani di Morgan come il miglior giudice di X Factor (dopo di lui). Il video della blatta che ha fatto innamorare tutti

manuel agnelli python x factor 10

Manuel Agnelli è la vera rivelazione di x Factor 10. Un giudice cattivissimo, ma con classe, già soprannominato Piton per la somiglianza fisica con il personaggio di Harry Potter. E forse non solo fisica perché la “perfidia” di Agnelli in realtà è dosata e si manifesta con garbo così come Piton in realtà era un buono. Qualcuno lo ha ribattezzato un Morgan con più capelli e meno bamba. Ma cosa pensa Agnelli del suo ruolo di “cattivo”? Lo spiega a Repubblica:

«Non è vero: non insulto mai. Mmm, tranne forse in un paio di casi… Ma lo faccio solo con quelli che arrivano con un atteggiamento arrogante, che si credono dio in terra e poi non sanno nemmeno perché cantano». A un ragazzo con il taglio da marine a cui Fedez ha chiesto se era un militare ha detto: «È un peccato che tu non lo sia perché con il coraggio che hai a cantare saresti una garanzia per la difesa della patria». «Con alcuni mi viene così. Non solo con i concorrenti: l’altra sera avevo invitato un po’ di gente della produzione a cena e uno che stava con una tipa che aveva meno della metà dei suoi anni mi fa “non veniamo, lei si annoia”.

Non sono riuscito a trattenermi e gli ho detto: “Vabbé, può sempre giocare con mia figlia”». Anche lei però è stato molto criticato: l’underground da cui proviene non ha approvato la scelta di andare a un talent… «No, non è così. Le persone più intelligenti hanno capito lo spirito che c’è dietro. Altri no. Ma la cosiddetta scena “indie” o buona parte di essa dal mio punto di vista oggi fa schifo, è autoreferenziale e, soprattutto, prigioniera di una dimensione puramente estetizzante che non ha niente a che vedere con la cultura indipendente, quella in cui noie altre band ci siamo forgiati». Nessun pentimento quindi? «Tutt’altro:qui mi diverto molto».

Di sicuro tutti tifano per lui e per le sue bordate terribili:

E a nessuno sfugge la sua “aura magica”:

ma quello che ha conquistato tutti è stato il suo discorso sul ruolo del cattivo. La metafora della blatta è diventata già un piccolo classico del web.

Manuel Agnelli e la metafora della blatta

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Manuel Agnelli: il cattivissimo Piton di X- Factor 10”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche