La verità sulla storia di Michael Schumacher che cammina

Venticinque anni fa Schumacher esordiva in Formula 1, oggi, a 47 anni poco si sa delle condizioni di salute del sette volte campione del Mondo rimasto coinvolto in un terribile incidente sulle Alpi francesi

bunte-michael-schumacher-2

Come sta Michael Schumacher? I tifosi dell’ex-campione della Formula 1 rimasto coinvolto in un terribile incidente sulle piste da sci  a Meribel il 29 dicembre 2013 sono ansiosi di sapere se Schumi potrà mai tornare in buone condizioni di salute. A quasi tre anni dall’incidente le notizie sullo stato di salute dell’ex-pilota della Ferrari sono sempre più scarse, sappiamo che Schumacher dopo essere stato dimesso dall’ospedale di Grenoble è stato prima trasferito in una clinica universitaria e poi in una clinica privata vicino a casa sua a Gland, in Svizzera e che le sue condizioni rimangono gravi anche se non è più in coma.

bunte-michael-schumacher-1

“Cammina di nuovo”, lo scoop del Bunte dello scorso anno che ha provocato la reazione della famiglia Schumacher

 

MICHAEL SCHUMACHER NON PUÒ CAMMINARE – Nel 2014 un dipendente del servizio di soccorso svizzero rubò la cartella clinica di Schumacher pensando di poterla vendere ai giornali (nessuno la comprò) e fini per impiccarsi. Da allora sullo stato di Schumacher è calato il massimo riserbo come ha ribadito l’anno scorso la manager del pilota Sabine Khem spiegando che la volontà dei familiari di Michael è quella di mantenere riservate le condizioni di salute del campione. Anche la notizia dell’uscita dal coma fu data in sordina e senza troppo clamore, l’anno scorso, soprattutto non furono date molte speranze di un completo recupero anche perché la situazione è estremamente delicata, al punto che a febbraio Luca di Montezemolo disse che le notizie che gli erano giunte dalla famiglia non erano affatto buone. Ha creato molto scalpore – visto il modo in cui la famiglia si è stretta intorno a Michael –  e alimentato grandi speranze tra i tifosi  lo scoop dello scorso anno del settimanale tedesco “Bunte” secondo il quale Schumacher sarebbe in grado di camminare autonomamente sulle proprie gambe.

Nell’articolo un presunto amico di Schumacher dava la notizia che il campione era “molto dimagrito” (da lì la storia non confermata che Schumi peserebbe ora 45 kg) ma che era “tornato a camminare grazie all’aiuto dei suoi terapeuti”, sempre secondo quanto riportato dal “Bunte” Schumacher sarebbe stato in grado di muovere alcuni passi in autonomia e anche “di sollevare un braccio”. Uno “scoop” che la Sabine Khem definì “irresponsabile” e che denotava la scarsa mancanza di rispetto di Bunte nei confronti del dolore di una famiglia. I familiari dell’ex-pilota intentarono causa nei confronti della rivista e oggi, in udienza, il legale della famiglia ha smentito drasticamente le indiscrezioni sul recupero di Schumacher. Felix Damm ha detto senza mezzi termini che Michael Schumacher “non può camminare” e che “non è in grado di stare in piedi neanche con l’aiuto dei terapeuti”. Nessun miracoloso recupero quindi per il sette volte campione del Mondo che in molti sperano ancora possa guarire del tutto.

Foto copertina via Twitter.com @SchumiOfficial

 

 

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “La verità sulla storia di Michael Schumacher che cammina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche