Matrix alla scoperta del meraviglioso mondo di Gianluca Vacchi

Gianluca Vacchi, Instagram star “presso me stesso” ci racconta la sua filosofia di vita, un po’ di vita spericolata, parecchi soldi, e tanto tanto trash

gianluca-vacchi-nicola-porro-1

Partenza con il botto ieri sera per la nuova edizione di Matrix targata Piero Chiambretti e Nicola Porro. Esule dalle reti Rai dopo la chiusura di Virus Porro si è rifugiato nel suo buen retiro sulle calde spiagge di Canale 5 in compagnia dell’enfant terrible della televisione italiana. Ce ne sarebbero di cose di cui parlare ma Porro è uno che va controcorrente e non si fa dettare la scaletta della sua trasmissione dall’attualità. Del resto quando conduceva Virus non si è piegato nemmeno di fronte all’evidenza scientifica.

GIANLUCA VACCHI SPIEGA IL WEB – E quindi eccoci qui, il 21 settembre a sentirparlare di un argomento che era vagamente interessante (leggasi: curioso) a metà luglio. Stiamo parlando di Gianluca Vacchi, l’amico dei Vip il cui unico merito è essere ricco (di famiglia) e amico di molti calciatori. Una sorta di copia di Lapo Elkann ma molto meno originale. E così, dopo un viaggio nel guardaroba della fidanzata di Vacchi, un tour della lussuosa casa e della palestra ci troviamo ad ascoltare le opinioni di Enrico Vanzina il “creatore di personaggi alla Vacchi” per eccellenza. Se la settimana scorsa ci chiedevamo il senso per la Rai di mandare in onda un documentario sulla vita dei giovani ricchi (a proposito, Porro intervista anche uno dei protagonisti di quel documentario) ci sembra legittimo chiedersi quanto giornalismo investigativo ci sia in questa nuova edizione di Matrix. Se non altro Politics di Semprini ha cercato di partire facendo il duro, intervistando politici del calibro di Di Maio e Salvini nel tentativo – malriuscito – di metterli alle strette. Invece Porro ci parla dei Pericoli del WEB, di Gianni Morandi e la polemica sulla spesa e di Gianluca Vacchi IL FENOMENO DEL WEB. È davvero fantastico sentirsi spiegare il problema dello slut shaming da Rocco Siffredi e il funzionamento dell’Internet da uno il cui unico merito è avere tanti soldi. Ma cosa fa Gianluca Vacchi? Lo spiega lui stesso:

Vacchi gestisce il suo portafoglio di interessi, e nel farlo in modo assolutamente etico, cioè in assoluta coerenza con le proprie propensioni e le proprie diciamo capacità… cerco di vivere la vita con l’assoluta consapevolezza che sia una sola e che sia un transito e un passaggio e quindi non ho nessuna intenzione di avere una logica diciamo… io ho fatto il mio dovere ci mancherebbe altro lo faccio sempre quotidianamente però non sono un grande fan dell’approccio calvinista che si basa sulla posticipazione del piacere. Io se posso il piacere lo anticipo.

Brematurata la supercazzola o scherziamo? Se anche voi siete perplessi su cosa faccia davvero Gianluca Vacchi e quale sia il suo “dovere” non spaventatevi: la supercazzola ha perso da tempo il contatto con il tarapia tapioca. Se pensate invece che Porro abbia toccato il fondo sul Fatto Domenico Naso riesce a fare di peggio definendo senza la benché minima ironia il personaggio di Vacchi uno strano mix tra la disciplina orientale alla Mishima e un cafonal di altissimo livello. L’ultima volta che ho letto i libri di Mishima non mi pareva ci fossero accenni al vivere come eremiti in una mega villa con tutti i comfort. Ma se per Naso basta sfoggiare muscoli e katane e publicare frasi edificanti sulla brevità della vita prese a prestito da Vasco Rossi ad uso e consumo dei quarantenni di Facebook per essere paragonati a Mishima ben venga. Speriamo solo non faccia la stessa fine. E in fondo Vacchi nonostante i suoi soldi manca proprio di una cosa: l’autoironia. A quanto pare anche i giornalisti che ne parlano.

0 commenti per “Matrix alla scoperta del meraviglioso mondo di Gianluca Vacchi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche