Il sindaco di Bagnoli difende la ragazza napoletana del video rubato

Ieri su whatsapp e sui social girava la notizia di un video rubato a una ragazza napoletana, ribattezzata la nuova Tiziana Cantone

video ragazza napoletana

Ieri su whatsapp e sui social girava la notizia di un video rubato a una ragazza napoletana. Per il tema del filmato era stata ribattezzata la nuova Tiziana Cantone. Selvaggia Lucarelli ne ha dato notizia in un post su Facebook, spiegando che a breve avrebbe denunciato l’accaduto:

Ciao eroe. Visto che ti vanti in una bacheca pubblica delle tue gesta, ti spiego cosa succede ora. Succede che tu e qualche amichetto state vedendo, commentando con ilarità e facendo girare un video che una ragazza non intendeva condividere con voi. La ragazza si è tolta da fb e sta subendo quello che ha tutta l’aria di essere un brutto episodio di bullismo più magari altri reati connessi. Non aggiungo particolari (che conosco), quelli li fornisco domani a chi di dovere. Intanto, se quel video esce da qualche parte, conosciamo il primo individuo certo da cui andrà a bussare la polizia postale.

La Lucarelli oggi ha confermato di essere andata alla polizia postale di Milano. Ha consegnato il video della ragazza napoletana, ormai diventato virale:

E il sindaco di Bagnoli è intervenuto per esprimere sostegno alla ragazza e alla sua famiglia.

L’intervento del sindaco di Bagnoli in sostegno della ragazza napoletana

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Il sindaco di Bagnoli difende la ragazza napoletana del video rubato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche