Sei pronto a morire per colonizzare Marte?

Elon Musk, fondatore di SpaceX e Tesla ha detto che entro il 2024 la razza umana potrebbe iniziare a colonizzare il pianeta rosso. Certo ci sono molte incognite e i rischi sono elevati ma in cento anni potremmo avere la prima, autentica, colonia extramondo completamente autosufficiente. Ah, potrebbero servire dei missili nucleari

elon musk marte

Su Marte entro il 2024, questo è il nuovo ambizioso obiettivo di Elon Musk, il fondatore di SpaceX e Tesla ha infatti detto che ha intenzione di costruire un vettore in grado di portare cento persone sul pianeta rosso per colonizzarlo. Musk sembra aver pensato già a tutti i dettagli, il razzo che dovrebbe portare i primi colonizzatori su Marte (inizialmente chiamato Mars Colonial Transporter) dovrebbe essere spinto da 42 esemplari del Raptor, il nuovo propulsore progettato dalla SpaceX.

VERSO L’INFINITO ED OLTRE – Ma le potenzialità del sistema ideato da Musk non si limitano a Marte, il razzo potrebbe portare la razza umana ben al di là del nostro vicino di casa (eventualmente raggiungendo alcuni satelliti di Giove ritenuti “abitabili” come Io o Europa), tant’è che il CEO di SpaceX (che da sempre ha il pallino della colonizzazione interplanetaria) l’ha prontamente rinominato Interplanetary Transport System. Il costo del viaggio per Marte – a persona – sarebbe inizialmente di 500 mila dollari ma potrebbe ridursi fino ad un terzo man mano che la colonizzazione procede. Verrebbe lanciata una missione ogni 26 mesi in modo da sfruttare la finestra durante la quale i due pianeti sono più vicini l’uno all’altro.

Il problema principale – manco a dirlo – sono i costi iniziali: un’impresa del genere costerebbe dieci miliardi di dollari, soldi che Musk conta di reperire da sponsor e finanziamenti governativi. Rimane però aperta la questione fondamentale su quale governo dovrebbe avere la giurisdizione sul pianeta. Oppure la cosa sarà di competenza esclusiva della compagnia fondata da Musk?

VIENI ANCHE TU NELLE COLONIE EXTRAMONDO – Ma quanto tempo ci vorrà per colonizzare davvero Marte? Musk si è sbilanciato a fare delle ipotesi riguardanti la fondazione di una colonia stabile e autosufficiente di un milione di persone: saranno necessari almeno diecimila voli e un periodo tra i quaranta e cento anni. Insomma colonizzare un pianeta non è cosa che si possa fare in una generazione. L’importante è che tutto non finisca come nel romanzo Le tre stimmate di Palmer Eldritch di Philip K. Dick, dove i coloni terrestri di Marte sono costretti ad assumere una potente droga per non sentire la nostalgia della Terra e far crollare il sogno di colonizzare il suolo marziano venduto da alcune compagnie “di viaggio” specializzate.

Ma del resto anche Musk ha detto qualche tempo fa che sarebbe bellissimo nascere sulla Terra e morire su Marte (ma possibilmente non nell’impatto). L’impresa infatti non è certo priva di rischi e chiunque intendesse (e avesse i soldi) per parteciparvi deve tener presente che la possibilità di non sopravvivere è molto concreta ma in fondo è un rischio calcolato per ogni astronauta. Un anno fa invece, parlando proprio della colonizzazione di Marte Musk ha dichiarato che per far diventare Marte un pianeta abitabile un’idea sarebbe quella di bombardare i poli del pianeta con missili termonucleari per “riscaldare” l’atmosfera marziana e creare l’effetto serra necessario a trasformare la superficie del pianeta in un luogo adatto ad accogliere la vita.

In molti ritengono però che il progetto di Musk, per quanto tecnicamente fattibile sia eccessivamente ottimistico. Certo, come privato Musk non dovrebbe rendere conto a nessuno per quanto riguarda i costi e la scelta della missione (non c’è che un governo attualmente in grado anche solo di pensare una cosa del genere e non è assolutamente pronto) ma probabilmente i tempi non saranno quelli annunciati da Musk che del resto non sembra preoccuparsi troppo, come è nel suo stile, ma nel frattempo deve ancora risolvere i problemi riguardanti il Falcon 9, il vettore riutilizzabile della SpaceX che non sempre funziona (e atterra) come dovrebbe.

Il progetto di Elon Musk per colonizzare Marte

Tags:

0 commenti per “Sei pronto a morire per colonizzare Marte?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche