Le Iene spiegano come Fabrizio Corona si faceva pagare in nero

Pochi giorni fa il tribunale ha sequestrato a Fabrizio Corona quasi due milioni di euro, soldi in nero pagati per le sue serate. Come faceva?

fabrizio corona le iene soldi in nero

Pochi giorni fa il tribunale ha sequestrato a Fabrizio Corona quasi due milioni di euro. Il denaro era nascosto nel controsoffitto dell’abitazione di una sua assistente. E secondo gli inquirenti era il frutto dei pagamenti in nero che Corona riceveva per la sue serate in locali e discoteche. Filippo Roma ha chiamato l’assistente di Corona fingendo di essere interessato ad organizzare una serata e ha svelato il meccanismo con cui veniva evaso il fisco.

Le Iene spiegano come Fabrizio Corona si faceva pagare in nero

In pratica la società Atena, che gestisce gli affari di Fabrizio Corona, si faceva firmare un contratto per una cifra. Il contraente era tenuto a pagare tramite bonifico la metà della cifra alla firma. L’altra metà invece veniva pagata in contanti all’arrivo dell’ex re dei paparazzi nel locale. A quel punto il contratto veniva stracciato e successivamente ricompilato con la cifra pagata con bonifico.

Quindi la metà del reale compenso. Sul denaro ricevuto in contanti invece non sono mai state pagate tasse. Il contratto per l’intera cifra ricevuta invece veniva fatto firmare come garanzia. In modo che chi richiedeva la presenza di Corona non facesse il furbo pagando solo la parte “ufficiale”. E rifiutandosi poi di dare il resto in contanti.

L’assistente di Fabrizio Corona che parla al telefono potrebbe essere Francesca Persi, la proprietaria della casa dove era nascosto il denaro. E proprietaria anche dell’auto con cui Corona fuggì in Portogallo per evitare l’arresto:

In quel periodo la donna era dipendente della Fenice, la società sorta dalla Corona’s fallita e travolta dalle vicissitudini dello scandalo Vallettopoli, il punto di partenza di tutti i guai di Corona

Nel 2013 Novella 2000 pubblicò delle foto di Francesca Persi che baciava Corona fuori dal carcere. Lei poi smentì qualsiasi coinvolgimento sentimentale in un’intervista a Novella 2000:

”Con Fabrizio c’è solo una bella amicizia, una profonda stima, in questo momento gli sono vicina con il cuore per la sofferenza che il regime carcerario gli impone“

Ma perché i soldi erano a casa sua? Francesca Persi lavora per la società Atena, agenzia che si occupa di eventi e promozioni. Ma, come spiega sempre il Corriere, “i pm sospettano faccia da prestanome allo stesso Corona”.

Della storia aveva parlato Selvaggia Lucarelli in un articolo sul Fatto ad agosto.

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Le Iene spiegano come Fabrizio Corona si faceva pagare in nero”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche