Tutti i debiti di Fabrizio Corona

Fabrizio Corona resta in carcere – “per due fatture” come dicono quelli che da sempre lo difendono – ma continuano ad emergere racconti su come il re dei paparazzi non pagasse i suoi collaboratori, le macchine che acquistava e non onorasse i contratti di sponsorizzazione per i quali era stato pagato

foto segnaletiche fabrizio corona

Fabrizio Corona resta in carcere, il giudice ha ritenuto “inverosimile” la versione del re dei paparazzi secondo la quale quei tre milioni trovati in contanti nel controsoffitto a casa della collaboratrice Francesca Persi e in Austria sarebbero il frutto dei pagamenti in nero per serate in discoteca ed altre ospitate. Corona ha detto di essere disposto a sanare il debito con il fisco ma per il gip di Milano Paolo Guidi sussistono ancora le esigenze di custodia cautelare e soprattutto il pericolo di reiterazione del reato e inquinamento probatorio. Insomma per il giudice se Corona tornasse in libertà potrebbe continuare a delinquere e tentare di distruggere le prove a suo carico.

FABRIZIO CORONA DEBITI

COME FUNZIONA IL SISTEMA CORONA – Mentre i difensori di Corona hanno già presentato richiesta di scarcerazione al Tribunale del Riesame i PM stanno ancora verificando in che modo Corona sia riuscito ad accumulare così tanti soldi in meno di un anno, gli investigatori non ritengono credibile che Corona sia stati in grado di guadagnare tre milioni solo con le “ospitate”. Qualcosa spiega il servizio di Dino Giarrusso (che già qualche tempo fa aveva registrato la versione dei fatti di una collaboratrice della Persi, Geraldine Darù) andato in onda ieri alle Iene dove alcune persone hanno spiegato come Corona si facesse pagare per qualsiasi cosa, dalla foto con tag personalizzato al post su Facebook.

Fabrizio Scippa, ex collaboratore di Corona, spiega il funzionamento di quello che si può considerare un vero e proprio brand: Fabrizio Corona faceva business su qualsiasi cosa, dal ragazzino che aveva dei soldi da investire e voleva “diventare famoso” a chi organizzava vere e proprie serate, ovviamente le spese erano tutte a carico del “committente”. Ma il problema vero è che non sempre Corona rispettava i contratti stipulati dalla Atena, la società intestata a Francesca Persi della quale era formalmente solo un collaboratore ma della quale era di fatto amministratore e direttore.

Diversi testimoni intervistati dalle Iene hanno raccontato come tutta l’attività di promozione per la quale Fabrizio si era impegnato con loro non è mai stata fatta; si parla non solo di post su Facebook e Twitter ma anche di interviste sui giornali e di ospitate in televisione durante le quali Corona avrebbe dovuto pubblicizzare, ad esempio, una linea di bigiotteria con il marchio “Si Puede” (il marchio di Corona).

fabrizio corona debiti

Il giorno dell’arresto lo Staff assicurava che Corona avrebbe onorato tutti i suoi contratti, stupendo

Poi c’è il tatuatore che ha tatuato (a sue spese) Corona nello studio che Fabrizio aveva all’interno della comunità di Don Mazzi e che in cambio avrebbe dovuto ottenere un ritorno “promozionale” con il classico post di ringraziamenti su Facebook e menzione dello studio di tatuaggi. Ma quei 2000 euro (più IVA) non sono serviti a nulla perché Corona non ha mantenuto la sua parte dell’accordo. Il problema però è anche un altro: i pagamenti non erano tracciabili ma avvenivano in contanti (addirittura nei bagni di un locale, giusto per essere più gangsta).

Soldi in nero dunque ma anche parecchi debiti e non solo con il fisco, ad esempio quei ventimila euro di multe comminate al suo ex manager Scippa che gli faceva da autista e lo scarrozzava a destra e a manca che Corona (che non poteva guidare) si era impegnato a pagare di tasca propria, ma quando si è arrivati al momento di saldare i conti Fabrizio non ha pagato nulla. Tra i molti debiti ci sono poi quelli nei confronti dell’ex moglie Nina Moric che ha dichiarato a Domenica Live che Corona le deve ancora versare parecchi soldi ma che lui si ritiene “nullatenente” e quindi si rifiuta di pagare.

nina moric fabrizio corona debiti

SOLDI IN NERO E TANTI DEBITI – Debiti che, stando a quanto raccontava Selvaggia Lucarelli sul Fatto Quotidiano non sarebbero solo nei confronti di clienti (sotto forma di lavori mai eseguiti o portati a termine) o di colaboratori ma forse anche verso personaggi molto più pericolosi. Sarebbe per questo motivo che nell’inchiesta sul giro di denaro di Fabrizio è intervenuta ad un certo punto anche la DIA, la Direzione Investigativa Antimafia che si è mossa dopo che Nina Moric ha segnalato alla polizia l’esplosione di un ordigno sotto casa di Corona (e il ritrovamento di un altra bomba inesplosa davanti alla portineria del palazzo). Scrive la Lucarelli:

Corona, a quanto pare, deve molti soldi a personaggi non proprio raccomandabili. Si parla di calabresi. Di un concessionario di auto a noleggio di Buccinasco, a cui Fabrizio dovrebbe centinaia di migliaia di euro per noleggi mai pagati. Il primo agosto Fabrizio è al Radetzky a bere un aperitivo quando gli si parano davanti il calciatore calabrese Giuseppe Sculli e un suo amico. L’amico comincia a dargli dei pugni, Fabrizio fugge. I tre rimarranno un’ora chiusi in una stanza, nessuno sa cosa si siano detti.

Ci sarebbero poi quasi sessantamila euro che l’ex re dei paparazzi deve ancora pagare per l’acquisto di un Audi da 72mila euro a Maratea (Basilicata). Dopo aver pagato l’acconto di 12mila euro Fabrizio ha cercato di saldare il conto con la vendita di un Rolex “di dubbia provenienza” che è stato rifiutato dal venditore. A ben guardare questo di Corona di lasciarsi dietro una scia di debiti milionari per poter guadagnare soldi in nero è un metodo già collaudato (e scoperto) in passato.

Basta leggere le cronache dell’inchiesta che lo ha travolto nel 2009 per rendersi conto che Fabrizio Corona ha sempre operato così. Sempre la Moric ha spiegato che quei tre milioni di euro non sono il frutto del “lavoro” svolto da quando è uscito dal carcere ma che “vengono da lontano”, ovvero si tratterebbe di denaro che l’ex marito ha accumulato (e sottratto al fisco) nel corso degli anni.

fabrizio corona debiti

“Du fattur” (cit.)

Siete ancora convinti che Corona sia una specie di Robin Hood che ruba ai ricchi per dare a sé stesso?

 

Leggi anche: Geraldine Darù: le foto della donna che ha testimoniato contro Corona

0 commenti per “Tutti i debiti di Fabrizio Corona”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche