Katherine Stone, la ragazza che mette all’asta la sua verginità

Una famiglia perde tutto nell’incendio della propria casa, la figlia mette all’asta la verginità per ripagare i danni ma sembra tutta una storia per fare pubblicità ai bordelli del Nevada

katherine stone verginità asta

Quanto vale la verginità di una giovane donna? Sicuramente i più fini intenditori e navigatori del Deep Web sapranno rispondere a questa domanda in maniera circostanziata e senza limiti di età. Ma per Katherine Stone la domanda non ha ancora trovato risposta. O meglio sarebbe dire che la sua offerta non ha ancora trovato un riscontro in denaro soddisfacente.

Unilad racconta la storia di questa ventenne americana che, per aiutare la sua famiglia, ha deciso di mettere all’asta la sua verginità.

 

CHI OFFRE DI PIÙ? – Qualche tempo fa infatti la casa della famiglia Stone è andata distrutta in un incendio e non avendo un’assicurazione la famiglia di Katherine non ha la possibilità di ricostruirla. Per amore della sua famiglia allora la ragazza si è presentata alla porta di uno dei bordelli legali dello Stato del Nevada. Luoghi che vengono soprannominati “ranch” dove è possibile fare quello che generalmente si fa nei bordelli.

Ma lei non è lì per fare sesso, almeno per il momento. Perché in accordo con Dennis Hof (che possiede sette dei diciannove “love ranch” del Nevada) ha deciso di mettere all’asta la sua verginità al miglior offerente. Hof è anche proprietario del Love Ranch dove è stato trovato in coma il campione NBA Lamar Odom. Per il momento la Stone lavora nel bordello e intrattiene i clienti come tante altre sue colleghe. Ma senza fare rapporti sessuali completi.

Secondo Hof la decisione, pur se discutibile, è legittima. Perché alla fine la ragazza è un’adulta (e qui forse l’età inciderà sul prezzo). E la sua scelta magari è meglio di quella delle coetanee che hanno il loro primo rapporto sessuale “su uno squallido pavimento dopo essersi ubriacate ad una festa”. Lei invece, consapevole del fatto che di solito “la prima volta” la si fa con chi si ama spiega che ama la sua famiglia. E quindi anche il suo è un gesto d’amore.

Katherine Stone, la ragazza che mette all’asta la sua verginità

katherine stone verginità asta

Katherine ha anche aperto un profilo Twitter per promuovere il suo “prodotto”. E pare che abbia già ricevuto offerte per 400.000 dollari. Una cifra che, nonostante chi scrive non sappia l’andamento del mercato finanziario degli imeni integri, non sembra molto verosimile. A meno forse di non dover andare in sposa a qualche ricco sceicco. Ma che pare più una trovata pubblicitaria del signor Hof per far parlare dei suoi negozi. Del resto di annunci come quelli della Stone – veri o finti che siano – ne compaiono spesso pure su Craiglist.

katherine stone verginità asta

Del resto Katherine ha annunciato che dopo quella prima volta non smetterà di lavorare per Hof, anzi. Ha in programma di continuare per almeno cinque anni. Vuole pagarsi così gli studi universitari dal momento che vorrebbe laurearsi in legge. Un altro indizio del fatto che forse l’operazione è stata orchestrata dal signor Hof. Alla ricerca di nuove collaboratrici da lanciare nel mercato del sesso a pagamento del Nevada.

0 commenti per “Katherine Stone, la ragazza che mette all’asta la sua verginità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche