Maria De Filippi furiosa con il ciarlatano del rito d’amore a Tu sì que vales

maria de filippi furiosa tu si que vales ciarlatano

Avete mai visto Maria De Filippi furiosa? Allora dovete guardare il video dell’esibizione di Giovanni Mazzorana a Tu sì que vales. Il ipo ha 60 anni e propone un rito d’amore “per qualcuno che cerca un fidanzato”.

Maria De Filippi furiosa con il ciarlatano del rito d’amore a Tu sì que vales

 

MARIA DE FILIPPI FURIOSA A TU SI’ QUE VALES – Fin qui, tra virgolette, tutto bene. Poi però Maria si chiede se si fa pagare. E Mazzorana risponde “Ogni lavoro deve essere remunerato” è la risposta. Mammuccari va sul palco come volontario per il rito d’amore. Maria è insofferente. Passa la sua bacchetta Zerbi per abbassare il tempo ma la Venier glielo fa riavere.

Il tizio però non la pianta e insiste parlando di “sfiga”. E alla De Filippi, ma anche agli altri giudici, non va proprio giù che si faccia pagare approfittando della debolezza delle persone. “Io giuro se non fossi pagata non la starei nemmeno a sentire, lei è un ciarlatano, prende in giro le persone e si fa pagare per queste stronzate. Non sono superstiziosa, lei frega la gente”.

Il concorrente non ha però né la decenza né il pudore per non insistere. Anzi rilancia: “È scienza”. E Maria: “No, lei è un ciarlatano. Ma deve durate tanto? Per me non vale”. Alla fine Mara Venier chiede alla De Filippi: “È la prima volta che ti vedo inc…ata. Maria spiega: “Fingeva di non fregar la gente, diceva che dava solo consigli, non è vero”. Per fortuna non passa. Ma se, come fatto vedere in puntata, si è già presentato nella passata edizione, perché farlo tornare?

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Maria De Filippi furiosa con il ciarlatano del rito d’amore a Tu sì que vales”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche