Lo Strego: chi è “il saltimbanco” di Amici 16

“Dopo anni in un’azienda di mobili, mai avrei pensato di desiderare un banco” ha detto dopo aver saputo di aver superato il terzo step dei casting. Ed è la sua autoironia – che piace tanto a Queen Mary – a farlo un potenziale candidato per il serale di Amici

lo strego amici 16 nicolas burioni

Nicolas Burioni in arte Lo Strego è quanto di più “non convenzionale” si sia visto quest’anno ai casting di Amici 16. Non è solo perché ha fatto quasi piangere Fabrizio Moro. Il professore gli ha detto durante il provino di essere diventato un suo fan e nemmeno perché tutti gli altri invece gli hanno dato del pazzo. Il motivo è che questo ventisettenne di San Marino sembra avere – al contrario di molti suoi compagni alla scuola di Maria De Filippi – una sua idea di musica (che ha definito Macabro Circense). E a quanto pare sta pure simpatico alla De Filippi (che non guasta).

 

TALENTO LIMITATO DI GENERE – Questa la definizione data da Davide “Boosta” Dileo del cantautorato dello Strego Nicolas si era esibito con il suo inedito dal titolo “Il Deejay” sabato. E Lo Strego sabato ha conquistato il banco ad Amici 16. A quanto pare anche questa canzone farà parte del primo album dello Strego. Così come l’Astronauta (che Lo Strego aveva proposto a Deejay on Stage e grazie alla quale ha vinto il premio Special Radio Deejay), canzone dalle reminiscenze bowiesiane sul tema di un astronauta che si perde nello spazio abbandonando il Pianeta Terra.

Anche l’inedito portato ad Amici 16 dovrebbe quindi finire all’interno dell’album “Benemerito Artista del Popolo” al quale Burioni sta lavorando (e di cui dovrebbe far parte anche “L’arrivista“). Impossibile non notare quello che forse è un omaggio ai CCCP di Giovanni Lindo Ferretti. Dei CCCP infatti facevano parte due performer: Danilo Fatur, l’Artista del Popolo, e Annarella Giudici “Benemerita Soubrette”.

Perché se forse la sua idea di “Circense Noir” è una presa per il culo a chi vuole incasellarlo in qualche genere non c’è dubbio che, come cantante e come performer, Lo Strego sia un saltimbanco dell’era moderna. Ed è questo il limitato talento di genere a cui faceva riferimento Boosta. E sarà questo – forse – il principale problema dello Strego se arriverà al serale di Amici. Perché lì dovrà essere in grado di rendere sue canzoni scritte da altri. Che non avevano in testa il suo genere di musica cantautorale.

Di sicuro c’è che Nicola Burioni sa tenere il palco come pochi altri cantanti di Amici. Il che per Amici non è necessariamente solo una dote ma anche un male perché gli autori vogliono talenti il più possibile modellabili e versatili.

Se Lo Strego non farà gli stessi errori di Cristiano ad Amici 15 è probabile che potrà farci ancora divertire. In fondo il Popolo lo ama già.

Lo Strego canta “Il Deejay”

 

Tags:

0 commenti per “Lo Strego: chi è “il saltimbanco” di Amici 16”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche