Cosa fa ora per campare Marco Baldini

L’ennesima spiegazione di Marco Baldini che racconta come vive adesso e spiega perché in un’intercettazione chiama Fiorello “figlio di…”

MARCO BALDINI CAMERIERE

Marco Baldini, dopo i seri problemi di gioco che l’hanno ridotto sul lastrico, ha rotto il silenzio ed e’ tornato a parlare a “Domenica Live”, ospite di Barbara d’Urso. Il conduttore radiofonico ed ex spalla di Fiorello ha raccontato di come stia provando a rialzarsi economicamente: “fino a pochi giorni fa lavoravo in una radio di Roma, poi ho lavorato come aiuto cuoco nel ristorante di un mio amico e ho trovato casa” spiegando poi di come stia facendo il possibile per “raccimolare uno stipendio onorevole”.

Sulla rottura con Fiorello ha svelato che sia stata inevitabile poiché “lo stavo mettendo nei guai” e che “Fiorello mi ha sempre fatto lavorare e guadagnare tanti soldi. Venti giorni fa gli ho mandato un messaggio di scuse. Lui mi ha risposto in modo molto carino: Nessuno e’ imperdonabile”. Infine chiede scusa per il suo passato e per le frasi dette durante periodi difficili: “Ho affrontato la situazione. Ho parlato con ognuno di loro. Ho chiesto scusa a tutti. Mi sono rimboccato le maniche. E fatto la cosa piu’ semplice del mondo, lavorare”.

MARCO BALDINI E L’INTERCETTAZIONE SU FIORELLO – Libero riporta un’intercettazione in cui Marco Baldini non parla proprio benissimo del suo (ex?) amico Fiorello:

Nell’ordinanza firmata dal gip diMilano sull’indagine per traffico di droga che ha portato all’esecuzione di 45 provvedimenti, compare anche il nome di Marco Baldini. Il noto speaker emerge come vittima di una tentata estorsione da parte di un 45enne palermitano, pregiudicato per droga, che gli avrebbe prestato 10mila euro.

Il palermitano si sarebbe offerto di spingere Fiorello a offrirgli lavoro per tornare in possesso dei soldi. In una delle conversazioni intercettate, lo showman avrebbe detto al palermitano: «È un figlio di puttana… Quelli intorno a lui hanno preso le briciole e i soldi veri li ha presi lui». Concludendo: «Fiorello incarna la mafia bianca, quella della vecchia Dc».

PERCHÉ MARCO BALDINI HA ABBANDONATO FIORELLO – Tempo fa spiegavamo perché lo speaker avesse abbandonato la trasmissione radiofonica che conduceva con Fiorello:

Marco Baldini ieri sera ha annunciato l’addio alla trasmissione radio che conduceva con Fiorello con una dichiarazione all’Ansa: «Siccome non sono più in grado di garantire un buon livello di professionalità, preferisco non danneggiare “Fuoriprogramma”e lasciare la trasmissione con Fiorello su Radio1».

Ma cosa c’è dietro a questo abbandono? Il Corriere della Sera prova a spiegarlo:

Una dichiarazione piuttosto sibillina anche se nell’ambiente tutti conosconola «malattia» di Baldini:il gioco d’azzardo.Una vita passata a perdere soldi coi cavalli, il Lotto, le carte. E a cercare di restituirli. Amicizie naufragate, amori finiti. Baldini ha lasciato la moglie pur «amandola profondamente» e pur riconoscendo che era la donna della sua vita.Perché il demone del gioco non lo ha evidentemente abbandonato.Gli ha dato l’illusionedi farcela per qualche tempo, poi è ricomparso. Ancheperché Baldini non si è mai curato davvero da questa dipendenza maledetta.

e Fiorello come ha reagito? Come un amico, un amico impotente, che ormai non può fare più nulla per proteggere Baldini:

«Prendiamo atto della decisione di Marco — ha replicato Fiorello — ma ci dispiace tantissimo perdere uno come lui. Ognuno è libero di fare lesue scelte. Se per lui va benecosì, ok. Prima o poi ci si rincontra. Per me è importante che lui stia bene e che non si cacci nei guai. Il resto viene dopo».

Guarda il video di Fiorello che intervista Marco Baldini

Tags:

Autore: Maria Teresa Mura

Sono nata a Roma il 14 dicembre 1970, ho fatto il Classico tanti anni fa, poi la facoltà di Chimica a La Sapienza. Ho lavorato in diversi campi, sono stata per anni coordinatrice capo di Giornalettismo. Ora il mio progetto si chiama Superstarz

0 commenti per “Cosa fa ora per campare Marco Baldini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche