La mamma di Jenni Galloni posta la foto della figlia morta su Facebook

L’unica cosa che abbiamo capito è che la vita di Jenni è stata difficile e tormentata, ma ora dopo lo sfogo della madre resta solo la banale ironia di quelli che fanno a gara a postare il commento più cattivo per un pugno di like

jenni galloni mamma post facebook

Jenni Galloni era una ragazza di 25 anni,  era originaria della provincia di Bari ma abitava a Bologna ed era al quarto mese di gravidanza. È stata trovata morta giovedì 29 novembre nel suo appartamento alla periferia di Bologna. La sera prima la ragazza, che da qualche tempo abitava in un appartamento condiviso con altre tre persone un ragazzo e due ragazze – studenti all’Università – aveva detto di non sentirsi bene e quando uno dei coinquilini è rincasato verso l’ora di pranzo del giorno successivo l’ha trovata morta.

jenni galloni mamma post facebook

Jenni Galloni con il suo cagnolino

 

LA MADRE ACCUSA I FALSI AMICI DELLA FIGLIA – Le circostanze del decesso di Jenni non sono molto chiare e per scoprirle è stata disposta l’autopsia. Ad un primo esame sembra del medico legale sembra di poter escludere che la ragazza abbia assunto farmaci o droghe, ma per avere l’assoluta certezza bisognerà attendere l’esito dell’esame autoptico. Jenni e il suo cagnolino Castagna si erano trasferiti in quell’appartamento nel quartiere Barca da appena un paio di settimane.

Quando aveva iniziato a sentirsi male le due coinquiline le hanno consigliato di rivolgersi al 118 e di andare in Pronto Soccorso, anche in considerazione del fatto che fosse incinta, per un controllo medico ma lei aveva rifiutato. Durante la notte la ragazza che condivideva la stanza con lei non ha notato nulla di strano, e così anche la mattina seguente. Verso le 12 di giovedì uno dei coinquilini, che era entrato in camera per chiederle se volesse qualcosa da mangiare, l’ha trovata morta.

Nella borsetta della Galloni la polizia ha rinvenuto una modica quantità di marijuana (poco più di un grammo) e a quanto pare la ragazza era stata segnalata, in via amministrativa, come consumatrice abituale di stupefacenti. Il che naturalmente non fa di lei una tossicodipendente (a meno di non pensarla come Giovanardi). jenni galloni mamma post facebook

Ieri mattina la mamma di Jenni, evidentemente distrutta dal dolore per aver perso la figlia, ha scritto un messaggio sul profilo Facebook di Jenni, accompagnandolo con una foto della ragazza stesa sul tavolo dell’obitorio. Nel post la madre accusa sostanzialmente il giro di amicizie e frequentazioni della ragazza, che a quanto pare era solita andare ai rave. Secondo la donna la vera responsabilità dell’accaduto (al di là di quello che accerteranno le indagini) ricade proprio su quelle persone “di merda” che hanno plagiato la figlia.

dopo che ho visto gente di merda…scrivere di mia figlia io ora voglio che VOI ve la ricordiate come purtroppo questa immagine non me la leverò mai dalla mente, ora non la potete più toccare con le vostre sporche mani con le vostre false parole con i vostri plagi……non la potete più invitare a far festa ai rave….non potrete più fottergli i soldi che non avevate intenzione di restituirgli mai….se né andata sapendo dentro di se che eravate persone di merda e di merda resterete per sempre..

grazie del tatto che avete avuto con lei e che avete tuttora con certi post…grazie Santino se non era per persone come te forse non avrebbe trovato la pace eterna… attenzione a tutti quelli che sanno in coscienza, di aver fatto più danno ke il resto nella sua vita, se ne hanno una di non scrivere mezza parola nella pagina di mia figlia!!!!!! grazie di avermela tolta veramente grazie!

Nei commenti a quel post, dal momento che Jenni aveva il profilo aperto e commentabile da chiunque è arrivata una folla di persone che ne ha approfittato per fare del facile sarcasmo sulla “drogata morta” e altre battutine del genere. Loro ovviamente lo chiameranno black humour, ma sappiamo che è la versione dello humour nero per coloro che non sanno far altro che ripetere la stessa battuta di circostanza letta e riletta in altre occasioni.

Ci sono anche molti giudizi sull’educazione ricevuta dalla madre, sul fatto che Jenni fosse incinta e per fortuna anche commenti di condoglianze che sembrano invece essere più sinceri, tra tutti quello di una persona che sembra conoscere bene Jenni e che racconta una storia diversa, una storia in cui la vittima è sempre Jenni ma nella quale entrano in gioco anche il padre e la madre.

jenni galloni mamma post facebook

L’autore del commento prende le difese della “famiglia” acquisita di Jenni, mettendo a nudo i problemi familiari della ragazza.  Così facendo però anche lui finisce per autoassolversi, ovvero proprio le “colpe” addossate alla madre di Jenni.

0 commenti per “La mamma di Jenni Galloni posta la foto della figlia morta su Facebook”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rubriche