Il brindisi di Costantino della Gherardesca con Pam Scuppa

Alla ricerca della salute Costantino ha incontrato la scalzina fruttina più famosa d’Italia. Per fortuna Pam si è limitata a parlare di urinoterapia e non ha affrontato il tema dei vaccini fatti con i feti abortiti di cui è grande esperta (e di cosa non lo è)

pam scuppa secondo costa amaroli - 3

Secondo Costa è uno dei programmi più innovativi della Rai. Anche se relegato in seconda serata il programma condotto da Costantino della Gherardesca è riuscito a portare in televisione argomenti delicati come ad esempio la sessualità (e non solo quella eterosessuale) o l’integrazione (di cui tutti parlano me che nessuno vuole affrontare). Le quattro puntate di Secondo Costa parlano di Amore, Integrazione, Salute e Cibo. Ieri è stata la volta della salute.

COSTANTINO ALLA RICERCA DELLA SALUTE – Cosa vuol dire “essere in salute”. Per scoprilo Costantino si è sottoposto ad un check-up medico completo. Fin qui niente di particolarmente interessante. Ma Costa non ha indagato solo gli aspetti medici e scientifici della questione. Perché se bisogna indagare il rapporto degli italiani con la salute bisogna andare più a fondo. Ad esempio esplorare il modo in cui molti italiani utilizzano l’Internet come risorsa per farsi delle autodiagnosi. Oppure inoltrarsi nel mondo delle cure alternative. Dopo una fugace visita a Damanhur Costantino ha l’energia necessaria per affrontare la più grande esperta di amaroli italiana: Pamela “Pam” Scuppa.  Ma perché proprio lei? Il consiglio è venuto da Roberto Giacobbo, l’esperto di misteri che ha raccontato che anche Catone forse beveva la propria urina.

pam scuppa secondo costa amaroli - 1

Il piede della scalzina Pam fruttina

LA DEGUSTAZIONE DI AMAROLI –  Pam, che recentemente ha festeggiato i due anni da pura fruttina è infatti nota sull’Internet per essere un’avida bevitrice di urina (la propria). Ed eccola apparire con i suoi colori naturali e senza le tonnellate di filtri pastello che applica alle foto che carica su Facebook. Come ha spiegato a Costa però non tutti possono bersi la pipì perché se la dieta e l’alimentazione non sono abbastanza pure allora anche le urine saranno contaminate.  Dal momento che Costantino non può bere allora Pam accetta di buon grado di fare una dimostrazione.  Dopo essere andata in bagno esce trionfante con un bicchiere di amaroli  che – come spiega con una certa eccitazione – ha ancora i “rimasuglietti della mia pipì fruttosa dentro”.

pam scuppa secondo costa amaroli - 2

Ed è a quel punto che avviene l’assaggio.

pam scuppa secondo costa amaroli - 4

Per Pam ovviamente si tratta di un prodotto corroborante, in grado di rendere una persona come Costantino “lucente e splendido”. Al che verrebbe da obiettare: non lo è già?

Rubriche