Lo chef cannibale che uccide e cucina la fidanzata trans

Cosa ne pensa Gordon Ramsay?

Mayang Prasetyo

In Australia, un cuoco ventottenne ha fatto a pezzi e cucinato la sua compagna Indonesiana Mayang Prasetyo per poi togliersi la vita. Cosa c’è dietro questa terribile storia? Ripercorriamo tutti i dettagli insieme a Couriel Mail.

MAYANG PRASETYO: LA STORIA – Mayang era una transgender indonesiana che, per sfuggire ad una vita misera, ha deciso di cercare la svolta nel mondo della prostituzione. Nonostante la sua difficile scelta di vita, la madre sembra fiera di lei. O di lui, dato che lo considera ancora suo figlio maggiore Febi che, grazie ai soldi guadagnati vedendo il proprio corpo, ha cambiato la vita della famiglia e mandato le sorelle a scuola. Ora è mortalmente addolorata per la sua perdita. Mai avrebbe pensato che quello chef australiano conosciuto lo scorso anno fosse capace di una cosa simile. I due si sono sposati nel 2013 e sono andati a vivere in Australia, a Brisbane, anche se Mayang sembrava insoddisfatta: avrebbe voluto tornare a Bali, dove la coppia possedeva già una casa. Ad avere un brutto presentimento invece potrebbe essere stata la madre di lui, la signora Sukarni Volke: aveva avvertito la transgender che il figlio aveva un carattere particolare e molto capriccioso, e quindi di tenere per sé le proprie frustrazioni. E così, Mayang si era data all’allevamento di cani. Poi, la tragedia. Cosa è successo?

 

Guarda le foto di Mayang Prasetyo e del suo compagno:

SuperstarzGallery clicca per ingrandire le immagini

MAYANG PRASETYO: IL TREMENDO OMICIDIO – Tra Mayang e Marcus Peter Volke sembrava andasse tutto bene, anche se col senno del poi i loro amici rammentano segnali sospetti: grida, litigi, lo chef in ospedale per delle misteriose lesioni alla mano che, sosteneva, erano state provocate dalla sua partner. Due giorni fa i vicini, allertati da uno strano odore proprio dalla loro casa, hanno chiamato la polizia. E così è stato trovato il corpo del cuoco senza vita appeso ad un cappio e, nel forno, pezzi di carne umana che cuocevano. Marcus Peter Volke ha ucciso, fatto a pezzi e cucinato la propria compagna per poi suicidarsi. L’uomo non aveva precedenti penali, alcuna malattia mentale e nella perquisizione non è stata trovata alcuna traccia di stupefacenti. E allora, qual è il perché di questo tremendo gesto? Probabilmente non lo sapremo mai.

Tags:

Rubriche