“Gessica lo aveva denunciato, ma non è servito a niente”

Parla un’amica di Gessica Notaro, la ragazza sfregiata con l’acido dall’ex. E racconta come sta nel suo letto in ospedale

gessica notaro

Su Repubblica viene intervistata un’amica di Gessica Notaro, la ragazza sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato, e che rischia di perdere la vista:

«Una ragazza solare, sempre sorridente, ottimista…» non riesce a finire la frase Cinzia, una fra le amiche più care di Gessica Notaro e sua coetanea.

Gessica aveva paura?
«Sì, tanto. Lui la minacciava, una vera persecuzione. Lei cercava di fargli capire che era finita e tentava di mantenere un rapporto normale per non farlo infuriare, ma non è stato sufficiente».

Lo aveva denunciato, non si sentiva tutelata?
«Non è servito a niente. L’ha denunciato un mucchio di volte dopo che la scorsa estate si erano lasciati. E pensare che è stata Gessica e la sua famiglia ad aver accolto e permesso una vita dignitosa a quest’uomo».

In che senso gli aveva permesso
una vita dignitosa?
«L’aveva accolto, si prendeva cura di lui. Gli ha trovato un posto di lavoroall’Acquario dove è conosciuta e benvoluta. Eddy, lo chiamavamo così, aveva una casa grazie a lei e frequentava i genitori di Gessica. Lamamma cucinava gli strozzapreti e lui mangiava in famiglia. Pensi che bella riconoscenza».

Ha parlato con la sua amica?
«Sì, le ho parlato. Non è intubata e quindi può discorrere. È sempre quella straordinaria persona che conosco da tempo. Pensi che è lei a fare coraggio alla mamma e a noi che l’andiamo a trovare».

Cosa le ha detto?
«A un certo punto si è tirata su e sentendo le nostre voci un po’ addolorate ha detto: “Beh, sono viva no? Non vedete?”. Se non avesse avuto le bende ci avrebbe fatto le boccacce».

Leggi anche: Gessica Notaro: la miss che ama gli animali sfregiata dall’ex con l’acido

Tags:

Rubriche