Vladimir Luxuria attacca gli omofobi del GF VIP

Dopo tutto quello che si è sentito riguardo agli omosessuali dentro la casa del Grande Fratello Vip Vladimir Luxuria ha detto la sua su Twitter

vladimir luxuria

Dopo tutto quello che si è sentito riguardo agli omosessuali dentro la casa del Grande Fratello Vip Vladimir Luxuria ha detto la sua su Twitter.

LE FRASI OMOFOBE AL GF VIP – Qualche giorno fa Marco Predolin ha pronunciato alcune frasi omofobe all’interno della casa del GfVip come: “non tutti i gay vogliono fare le donne, alcuni sono normali”. Predolin stava chiacchierando con Simona Izzo, i fratelli Rodriguez e Lorenzo Flaherty, prima che la regia mandasse la pubblicità tagliando il resto del suo discorso. A seguire, Predolin avrebbe paragonato l’omosessualità alla zoofilia.

Di certo non ha aiutato il suo riscatto la violenza verbale contro Malgioglio. Infatti insieme a Luca Onestini in quel di Tristopoli sono volate parole piuttosto pesanti.

“Sai cosa sarebbe bello? Sai che passiamo di là e lo beccano 5/6 persone budubum.”
“Ti faccio uscire i c*glioni”
“Se viene qui lo facciamo impiccare”
“Se viene qui diventa nero, tutto nero, anche il ciuffo”.

Dall’altra parte nella squadra Blu invece c’è la De Lellis che ne ha sparate alcune belle grosse, da fare a gara con Predolin. Durante una discussione riguardo adozioni gay e omosessualità in generale che si teneva tra i concorrenti della squadra blu a Tristopoli, l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne ha voluto dire la sua, ma forse sarebbe stato meglio non farlo. Sarà stata l’ora, sarà stato il binomio Uomini e Donne + Grande Fratello che le hanno abbassato il QI, ma la De Lellis l’ha detto davvero:

Secondo me i figli dei gay saranno per la maggior parte gay.

E come se non bastasse qualche giorno dopo ha spiegato di essere “ipocondriaca” e per questo evita di condividere sigarette e bicchiere con gli sconosciuti quando si trova in un locale:

Se in discoteca c’è uno che conosco di vista e mi chiede un tiro di sigaretta, non so se è gay o un drogato, che ne so, io pur di non fumarla più gliela lascio, dico ‘non mi va più’. Lo stesso con un cocktail, se questi vogliono un goccio io glielo lascio.

Una pratica igienica apprezzabile e di buon senso, se non fosse per il fatto che Giulia abbia ristretto il suo comportamento ai casi in cui pensa di trovarsi di fronte a determinate categorie di persone: gay e drogati.

Autore: Noemi Usai

Sono nata a Roma ho 21 anni e studio canto. E collaboro a Superstarz!

Rubriche