Spettacolo

Le pesantissime accuse di Eva Henger a Alessia Marcuzzi

alessia marcuzzi pace eva henger

Sulle pagine del settimanale Dipiù Eva Henger ha lanciato delle accuse molto pesanti contro Alessia Marcuzzi, che avrebbe pronunciato un brutto insulto contro di lei subito dopo la lite in diretta all’Isola dei famosi (leggi qui), durante un fuori onda. Ecco cosa sarebbe successo

Le pesantissime accuse di Eva Henger a Alessia Marcuzzi

Secondo la Henger la discussione, già molto pesante, sarebbe degenerata a telecamere spente. Inoltre Eva lamenta di essere trattata diversamente dagli altri ex naufraghi:

“Alessia, mi spieghi perché io ho un camerino lontano da quelli di tutti gli altri? Per la precisione, prima di ogni diretta, mi cambio, mi preparo e mi trucco in una struttura esterna agli studi. Senza nessuno degli altri naufraghi. Completamente da sola. Come esiste il bullismo dei ragazzi, esistono anche forme di bullismo professionale e io, in questo caso, lo sto subendo. Dopo le tue urla, quando c’è stata la pubblicità e sei uscita dallo studio, ho sentito distintamente, così come lo hanno sentito le persone che avevo al mio fianco, che mi hai gridato: “Ma guarda questa…”, aggiungendo una brutta parolaccia”.

Eva ha poi spiegato:

“Se scrivo è anche perché penso che il pubblico debba sapere che dietro i tuoi sorrisi, dietro il tuo sembrare così gentile, c’è una donna piena di rabbia”.

E la Henger ha tolto qualche sassolino che si teneva nelle scarpe anche su Mara Venier e Daniele Bossari. L’attrice ha replicato all’attacco che la Venier aveva fatto contro di lei dopo il selfie con Francesco Monte al Maurizio Costanzo Show (leggi qui).

“Su Internet hai scritto che “ho la faccia come il c..o” ma poi durante l’Isola dei Famosi ti sei scusata a telecamere spente. Però mi chiedo: perché non ti sei scusata in diretta, a telecamere accese? Chi ti ha bloccato?”.

Per Daniele Bossari invece Eva si riferisce ai numerosi attacchi da parte dell’opinionista che sono sfociati anche nella polemica dell’auricolare (leggi qui).

“Mi hai attaccato fin dall’inizio, hai detto che stavo raccontando menzogne, che il canna-gate era frutto della fantasia. Sei stato sbugiardato e non ti sei mai degnato di chiedermi scusa