Apertura

Alexander Boettcher: le foto su Facebook dell'attentatore con l'acido

ALEXANDER BOETTCHER pietro barbini martina levato

Conosci la sconcertante storia di Alexander Boettcher e Martina Levato? Una coppia che sarebbe meglio non incontrare: hanno sfigurato l’ex della ragazza usando l’acido, solo perché lui aveva consigliato alla ragazza di lasciarlo. Alla faccia della gelosia, eh!
Martina Levato Alexander Boettcher acido
 
ALEXANDER BOETTCHER: LE FOTO SU FACEBOOK – Scrive oggi il Corriere che Boettcher ha anche detto bugie agli inquirenti:

Declina solo le sue generalità e la professione. Dice: «Lavoro in Borsa».  Non è vero. Fa solo un po’di trading online di fronte al suo computer, in casa. Ma si presenta al giudice come broker finanziario. Un altro tassello del delirio d’onnipotenza impastato di narcisismo che trasuda dalle sue foto su Facebook: palestrato, tatuaggi che riproducono profonde ferite sulle spalle, tra messaggi di donne che lo fomentano tra un«quanto sei bello» e un «quanto sei sexy»

E poi:

A casa ha una moglie, da 7 anni. Nel suo stesso stabile, ha la residenza sua madre, che è proprietaria di tutto il palazzo e di altri appartamenti in giro per Milano, un piccolo impero immobiliare gestito attraverso quattro società. Alexander, nato a Munster (Germania), vive di queste rendite. Nel 2013 s’è anche candidato alle elezioni regionali in Lombardia per la lista «3L», movimento fondato da Giulio Tremonti. Di quell’avventura resta un «santino» da campagna elettorale con la cravatta e la faccia sbarbata da bambolotto, il Duomo sullo sfondo. Risultato: una manciata di preferenze, qualche amico e poco più.

Che foto che ha pubblicato su Facebook! Uscito dalla doccia, indossando solo un asciugamano in vita, mostra gli addominali, oppure sfoggia le spalle larghe in una foto sembra scattata in discoteca. Certo, gli addominali non mancano, su questo non si può dire niente.
ALEXANDER BOETTCHER
ALEXANDER BOETTCHER: L’AGGRESSIONE CON L’ACIDO – Martina e Alexander hanno organizzato l’agguato in via Giulio Carcano: lì hanno dato appuntamento a Pietro Barbini fingendosi un corriere che doveva consegnargli un pacco. Dopo alcuni giorni di appostamenti andati a male, erano riusciti a convincere ieri pomeriggio il ragazzo a scendere con il padre per ritirarlo. Ora Pietro è ricoverato con gravi ustioni al volto, mentre Alexander si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice. A casa sua sono stati trovati un flusso d’acido e un bisturi: secondo lui serviva per incidere il suo nome sul corpo delle ragazze con cui aveva una storia, infatti Martina ha una A sulla guancia. Che storia assurda, vero?

Leggi anche questo! Martina Levato e Alexander Boettcher: la coppia diabolica dell’attacco con l’acido