PopStarZ

Il bacio di Imma Battaglia e Eva Grimaldi all'Isola

BACIO IMMA BATTAGLIA EVA GRIMALDI

E alla fine il bacio di Imma Battaglia e Eva Grimaldi all’Isola è arrivato! Alla faccia dell’omofobia la semplicità di questa coppia che ha parlato poco e si è comportata dimostrando l’assolutà normalità dell’amore che non è né etero né gay fa davvero scogliere il cuore: “tutti adesso sanno che Imma è mia!” è una frase bellissima. “Non è facile trovare l’amore a 50 anni” racconta Imma parlando dell’inizio della loro storia e Eva aggiunge “ho fatto tutto io!”.

Il bacio di Imma Battaglia e Eva Grimaldi all’Isola


Il bacio di Imma Battaglia e Eva Grimaldi all… di superstarz_com
Imma Battaglia e Eva Grimaldi hanno passato insieme le ultime ore all’Isola per un regalo della produzione che le ha fatte sbarcare su una spiaggia deserta. Hanno anche pranzato insieme con aragosta e platano. Poi Eva ha parlato del suo coming out, e di come fino ad ora fosse Imma a preoccuparsi delle conseguenze che poteva avere per la Grimaldi.
LA “SCENATA DI GELOSIA” DI EVA GRIMALDI A IMMA BATTAGLIA – Una scenetta divertente tra Eva Grimaldi e Imma Battaglia alla Sandra e Raimondo. Mentre Eva si preparava a partire per la prova leader Imma ha scherzato dicendo “adesso ha la storia con me” riferendosi a Giulia Calcaterra che non può partecipare alla prova perché in nomination. Eva risponde “Ti stacco le gambe” e Imma prende in braccio Giulia e le dice “bella secca secca”. Insomma una vera e propria “scenata di gelosia” affettuosa, sottolineata da Samantha De Grenet che canticchia “gelosiaaa” mentre tutti ridono

La “scenata di gelosia” di Eva Grimaldi a Imma Battaglia

 
L’INCONTRO TRA EVA GRIMALDI E IMMA BATTAGLIA ALL’ISOLA – E alla fine l’incontro tra tra Imma Battaglia e Eva Grimaldi all’Isola. Abbracci senza baci, atmosfera d’amore senza parole d’amore, Imma che passa una settimana all’Isola dei famosi senza dormire con Eva. Nessuno voleva un coming out non desiderato dalla Grimaldi in diretta tv, e probabilmente il tono soft dato all’incontro è voluto proprio per evitare escalation, però un po’ di rimpianto per il clima diverso che si crea quando una coppia etero si incontra al reality c’è.

CHI È IMMA BATTAGLIA – I messaggi inviati da Imma Battaglia a Eva Grimaldi, che sta partecipando all’Isola dei Famosi, sembrano essere di grande conforto per la naufraga del reality condotto da Alessia Marcuzzi. Da qualche tempo la stampa scandalistica e non solo specula sul fatto che tra le due ci sia una relazione, Vladimir Luxuria (che all’Isola è opinionista in studio) ha provato ad “estorcere” un coming out alla Grimaldi ma senza successo. Giusto? Sbagliato? In fondo sono faccende private che la Battaglia e la Grimaldi hanno il diritto di gestire e raccontare nel modo che preferiscono. Del resto siamo tutti adulti.

 
EVA GRIMALDI SALUTA BATTAGLIA – Il “caso” è esploso dopo che la Grimaldi ha sussurrato nell’orecchio a Natalie Caldonazzo (che stava lasciando l’Isola) «salutami Battaglia», o almeno così hanno creduto di sentire gli spettatori e le persone in studio. Eva Grimaldi ha preferito rispondere che in realtà aveva detto “Salutami l’Italia che è tutta una battaglia” in relazione alla situazione di crisi che sta affrontando il nostro Paese. Naturalmente né la Marcuzzi né la Luxuria ci hanno creduto, ma tant’è.  Se coming out deve essere lo sarà quando le due saranno pronte e del resto a parte un abbastanza esplicito servizio di Chi di qualche tempo fa dal titolo “Con Imma alla luce del sole” non si sa nulla di certo se non che tra le due c’è una profonda amicizia. La Grimaldi infatti aveva raccontato a Chi prima della partenza per l’Honduras che deve molto a Imma:

Imma, in definitiva, mi ha fatto uscire dalla mia gabbia, mi ha liberato: forse è grazie a lei che ho capito che stare in pace, con sé e con il proprio corpo, è importante, anzi, è fondamentale. Quando arrivi a quello, all’accettazione di te, diventi la donna più bella su questa Terra. Fra tanto, tanto altro, credo che l’incontro con lei mi abbia salvato: sarei potuta finire deturpata per eccesso di bisturi e di punturine, altrimenti.

CHI È IMMA BATTAGLIA – Ma perché è così importante che Eva Grimaldi faccia coming out? Non dipende tanto dalla figura della Grimaldi quanto dal fatto che Imma Battaglia è una delle leader del movimento LGBT nel nostro Paese ed è stata presidente per diversi anni del Circolo di Cultura omosessuale Mario Mieli di Roma che dal 1983 è uno dei punti di riferimento per la comunità LGBT romana e italiana. Proprio mentre era presidente del Mario Mieli la Battaglia avanzò la proposta che fosse Roma ad ospitare nel 2000 il Gay Pride mondiale, proposta che però fu da molti osteggiata e definita “inopportuna” dall’allora Presidente del Consiglio Giuliano Amato perché quell’anno la Chiesa festeggiava il Giubileo. Il Pride si tenne lo stesso e ci parteciparono quasi un milione di persone. Il giorno dopo Papa Giovanni Paolo II commentò così i fatti che si svolsero – alquanto pacificamente – a Roma il 9 luglio:

Un accenno ritengo di dover fare alle ben note manifestazioni che a Roma si sono svolte nei giorni scorsi. A nome della Chiesa di Roma non posso non esprimere amarezza per l’affronto recato al grande Giubileo dell’anno 2000 e per l’offesa recata ai valori cristiani di una città che è tanto cara al cuore di tutti i cattolici del mondo. (…)
Vorrei a tale riguardo, limitarmi a leggere quanto dice il catechismo della Chiesa cattolica, il quale, dopo aver rilevato che gli atti di omosessualità sono contrari alla legge naturale, così si esprime: un numero non trascurabile di uomini e donne presenta tendenze omosessuali, profondamente radicate. Questa inclinazione oggettivamente disordinata costituisce per la maggior parte di loro, una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. Tali persone sono chiamate a realizzare la volontà di Dio nella loro vita, e, se sono cristiane, a unire al sacrificio della croce del Signore le difficoltà che possono incontrare in conseguenza della loro condizione.

Sembra il secolo scorso, invece sono passati appena diciassette anni e quel Papa ora è Santo. Per redimere Roma e mondarla dai suoi peccati alcuni politici pensarono bene di organizzare il “Family Day”, il primo di una lunga serie di manifestazioni di bigotti che tante soddisfazioni ci ha dato in occasione della battaglia dei cattolici contro le Unioni Civili. E proprio sulle Unioni Civili nel 2012 (quando al Governo c’era Monti) la Battaglia espresse la sua contrarietà in un editoriale apparso sul Giornale. Dal 2013 fino alla fine della scorsa legislatura capitolina Imma Battaglia inoltre è stata consigliere comunale di Roma Capitale per SEL.

Anche nel 2016 quando in Parlamento infuriava il dibattito sulle Unioni Civili la Battaglia combatteva per il riconoscimento dei diritti delle persone omosessuali contro il voto segreto sulle Unioni Civili e contro la trattativa politica sulle vite degli omosessuali fatta a colpi di voti segreti e questioni di coscienza.

In diverse occasioni Eva Grimaldi era al fianco di Imma Battaglia durante le manifestazioni di protesta delle associazioni LGBT e delle famiglie arcobaleno fuori Montecitorio e altri palazzi della politica. Ma non solo:

Quindi tutti quelli che si chiedono perché la Battaglia non ha ancora detto nulla sulla sua (presunta) relazione con la Grimaldi forse dovrebbero pensare che forse la Battaglia, che da anni lotta per i diritti delle persone omosessuali sta solo proteggendo Eva dalle ingiustizie e dagli inganni del nostro tempo. E in fondo attivisti come Luxuria dovrebbero sapere che il coming out una persona lo fa quando è pronta e con chi vuole, non quando glielo chiede la tivù.

Leggi anche: “Imma Battaglia e Eva Grimaldi stanno insieme? Il video messaggio all’Isola”