Le ultime parole formose

Belen, Santiago su Facebook e i leoni da tastiera che leggono solo i titoli

belen santiago facebook 1

Belen Rodriguez dopo l’intervista rilasciata al Corriere in cui spiegava che quando suo figlio Santiago crescerà cercherà di tenerlo lontano dai social è stata attaccata da chi le contesta il fatto che spesso la showgirl pubblica foto e video del bambino. Commenti come questi:

Ma questa è incredibile. Fai un uso smodato dei social hai pubblicato più volte foto scattate al cesso per non parlare di come esponi tuo figlio e poi ti lamenti! Fuori dall’ Italia subito!

cara Belen tu sei una de quelle!!! In più sei sempre in Facebook e fai anche participe al tuo figlio. ….non dire cazzatteeeeee

Hai messo foto di tuo figlio dal primo mese i bambini si proteggono dal social……. e poi tu sei famosa nn tuo figlio almeno copri il suo viso c’è gente molto cattiva in girò

 
belen santiago facebook
È evidente che chi critica non ha letto altro che il titolo dell’intervista, visto che la Rodriguez spiegava appunto che per evitare problemi cercherà di non far usare Facebook a Santiago fino a che sarà possibile. Ma visto che pochi hanno capito Belen decide di rispondere:

Allora evidentemente tante persone, e dico tante perché ci sono anche persone con del “buon senso” (non voglio fare di tutta l’erba un fascio) che si limitano ogni volta a leggere solo i titoli, ciò succede nella vita di tutti i giorni, ci fermiamo ogni volta all’apparenza, allo strato superficiale, senza vedere, senza leggere i contenuti, senza addentrarci nella profondità del essere umano. è successo di nuovo, sembrerebbe che ormai nessuno sia libero di esprimere i propri pensieri, perché tutto vieni criticato, tutto viene distrutto, tutto viene rovinato da persone che si nascondono dietro una tastiera, e pensano di avere la verità in mano. ormai me ne sono fatta una ragione e sorrido. Ma quando vedo persone che conducono una vita non pubblica come la mia che vengono insultati, sopratutto nella età adolescenziale provo terrore, perché so che quella età e un periodo difficile, importante, una età di transizione dove le persone si formano. Di questo argomento parlavo, prima di essere ricoperta di parolacce. quando ho detto “cercherò di tenere mio figlio lontano da facebook il più a lungo possibile” intendevo che secondo me i bambini intorno ai 10-14 anni non dovrebbero avere degli account personali sui social, ma dovrebbero vivere la propria infanzia diversamente. perché purtroppo potrebbero soffrire, hanno la capacita di capire, è trovo che il cyber bulismo sia troppo pesante per le loro menti ancora non sviluppate, non mature insomma, credo fortemente che possa creare dei danni non indifferenti, purtroppo il controllo dei propri genitori non potrebbe controllare i traffico quando i social sono nei loro telefonini. Questo non toglie che una madre a 30 anni non possa decidere di postare dei video meravigliosi con i propri figli, sono due argomenti completamente diversi. io lo faccio perché amo condividere le mie gioie con voi. e a chi non piace non è assolutamente tenuto a sbirciare sulla mia pagina personale. un po come il libero arbitrio, almeno per queste “piccole decisioni” siamo ancora in grado di usarlo, per tante altre purtroppo un po meno. e perdonate il mio italiano, non sarò mai in grado di scrivere alla perfezione. Belèn