SexyStarZ

Berlusconi, il racconto erotico di Patrizia D'Addario

Patrizia D'Addario

Patrizia D’Addario ha raccontato ieri durante la sua testimonianza al tribunale di Bari cosa ha fatto nelle notti con Silvio Berlusconi organizzate per lei da Gianpaolo Tarantini, sotto processo per sfruttamento della prostituzione:

Parla per quasi quattro ore Patrizia D’Addario. La prima volta «io ero l’unica vestita, le altre erano senza calze e senza slip. Era tutto pieno di farfalle. Anche i doni. Eravamo venti, venticinque donne. Io e lui abbiamo ballato, mi stringeva, mi baciava. Ricordo che c’era un cane che chiamava Fru Fru, disse che glielo aveva regalato Bush. Ora ho visto che si chiama Dudù. Poi mi ha portato nella camera dove c’era il letto a baldacchino e le foto della sua ex moglie. Ha voluto che mi sdraiassi, c’erano altre tre ragazze e a un certo punto, mentre mi stava toccando, io me ne sono andata in bagno perché non ho mai fatto un’orgia».

Guarda le foto di Patrizia D’Addario


Quella sera non accade niente, ma quindici giorni dopo torna a Roma e si ferma:

«Andammo in camera con altre ragazze. All’ingresso della camera c’era la scrivania con sopra le buste. Le altre andarono via, io rimasi. Non mi diede soldi, promise che avrebbe risolto i miei problemi. Quando lo dissi a Gianpaolo, rispose che non era mai successo perché in genere regalava le buste oppure una macchina. Gianpaolo mi ha sempre detto che aveva bisogno dei favori di Berlusconi per la sua attività di imprenditore,che doveva raggiungereobiettivi importanti perchéaveva già deciso di trasferirsi a Roma».