Cronaca

Il bidello accusato di violenza su un bambino di 4 anni a Reggio Emilia

bidello reggio emilia violenza bambino

Il bidello 51enne di un asilo di Reggio Emilia è indagato dalla procura con l’accusa di aver violentato un bambino di quattro anni nei bagni della scuola. Lo riporta la stampa locale. L’inchiesta è partita dopo le denunce della madre, che si sarebbe accorta di comportamenti strani del piccolo. E proprio lui, dopo pochi giorni, avrebbe raccontato tutto ai genitori, anche alla luce di alcuni disagi fisici che accusava.

Il bidello accusato di violenza su un bambino di 4 anni a Reggio Emilia

La Gazzetta di Reggio riporta altri particolari sull’udienza:

Le indagini del sostituto procuratore Stefania Pigozzi – titolare del fascicolo – collocano gli atti sessuali nella tarda primavera di quest’anno. E gli abusi sarebbero avvenuti nei bagni di una scuola per l’infanzia di Reggio Emilia.

Ad accorgersi che qualcosa non andava al piccolo è stata la madre: il bimbo non stava bene e l’ha portato in ospedale per le cure necessarie. Ma qui i sanitari (non solo il pediatra, ma anche successivamente il medico legale) hanno dato un volto orribile al malessere nelle zone intime del bambino. Un fulmine a ciel sereno per la famiglia che, sconvolta, ha comunque velocemente presentato denuncia.

Sono subito scattati gli accertamenti dei carabinieri – installate delle telecamere – che hanno portato ad indagare il bidello 51enne. Ieri mattina – in udienza preliminare – il giudice Luca Ramponi ha nominato il consulente che deve valutare la capacità a testimoniare del bimbo: fra tre mesi il professionista esporrà in udienza le sue conclusioni. Un avvio dell’incidente probatorio, alla presenza del pm Pigozzi, dell’avvocato Tommaso Lombardini (che difende il 51enne, non presente in aula) e dell’avvocato Marco Scarpati che, come parte offesa, tutela i genitori del piccolo.

Foto di copertina via

Leggi anche: Il maestro arrestato per abusi sessuali sulle bimbe della scuola materna a Roma