WebstarZ

Bugchasing: il fenomeno di chi vuole contrarre l'Hiv a Le Iene

BUGCHASING LE IENE

Il fenomeno Bugchasing, sta prendendo piede anche in Italia. E lo mostrano al servizio de Le Iene. Si tratta di ragazzi che vogliono contrarre di proposito il virus dell’HIV. Per farlo bisogna iscriversi ad un sito, non è facile entrare nel “club” spiegano, bisogna essere iscritti almeno da due anni ad un sito di incontri e poi fare la richiesta. Ma una volta entrati, si possono conoscere ragazzi che hanno il virus e che sono pronti a donarlo, il tutto tramite una semplice chat.
folliahiv
BUGCHASING: L’INCONTRO CON IL DONATORE DI HIV – Un ragazzo inviato da Le Iene si finge essere un ragazzo pronto a voler ricevere il virus e si reca a casa di un donatore che racconta la sua storia. “Sospettavo che il mio ragazzo non fosse totalmente pulito, ma ho sempre rimandato gli esami”. Il donatore spiega come arrivato a certi valori, l’HIV si trasforma in AIDS e a quel punto non si riesce più a combatterlo, ma prima sei “tranquillo”. Anche se per il donatore non è la prima volta in cui “regala” il virus, ammette di avere un peso sulla coscienza ogni volta e chiede lui stesso al ragazzo de Le Iene il perchè di questa scelta. “Sei giovane. Non si crepa più per questo, ma diciamo che la paghi”. Il donatore mette in guardia il ragazzo dai rischi di questa scelta. “Forse lo associ al fatto che poi puoi fare sesso un po’ più libero, ma ci sono altre malattie come l’epatite”. Infatti il donatore spiega di come lui faccia sesso solamente con persone che, sì hanno l’HIV, ma essendo controllate sanno perfettamente di non avere altre malattie.

Guarda il servizio de Le Iene sul fenomeno Bugchasing qui

BUGCHASING: I LATI NEGATIVI DELLA TERAPIA – Non è comunque una passeggiata seguire la terapia contro l’HIV. Il donatore racconta di come alcune persone abbiano tendenze suicide o di come la mattina ci si sente come dopo una “bevuta allucinante”. “C’era una pasticca che ho provato, era perfetta, peccato che diventavi giallo”. Ma nonostante gli effetti collaterali, il donatore spiega il perchè molte persone facciano questa scelta. “È una questione di trasgressione, molti accelerano il passo per arrivare al punto di dire “ok posso fare sesso tranquillamente”. Ma in realtà non è proprio così, anche nel giro ci sono i rischi. Il donatore spiega che ci sono due ceppi del virus, quello europeo HIV 1 e quello “non mi ricordo se africano o asiatico”, per cui nel giro ti dicono proprio di non andare con un africano o un asiatico o rischi di prenderti anche il loro virus.
folliahiv
BACK CHASING: DAL PUNTO DI VISTA DI CHI LO VUOLE – Le Iene stavolta si fingono essere positivi al virus e fingono di assecondare il fenomeno Bugchasing, venendo contattate da questo quarantenne che vuole prendere l’HIV. Le motivazioni sono sempre le stesse, voglia di essere più liberi sessualmente, di non dover stare sempre attenti a tutto. “Sono stufo di usare il profilattico”. Il ragazzo racconta anche di come un ragazzo sieropositivo un giorno gli disse che si poteva innamorare di lui, ma non voleva perchè non era come lui, sieropositivo. Un’altro ragazzo che vuole essere infettato racconta di alcune frequentazioni del forum. “Un ragazzo aveva una fidanzata, e per tre mesi abbiamo scopato”. Solo dopo un mese e mezzo lui ha confessato di essere positivo, ma il ragazzo davanti a Le Iene ha fatto tutti gli esami e non ha contratto il virus. Il ragazzo racconta anche di aver avuto una storia di nove mesi con un ragazzo sieropositivo, avendo rapporti sessuali non protetti, ma senza mai contrarre il virus.