Apertura

Carter Cruise: la rapida ascesa della pornostar emergente più hot degli USA

Mentre si avvicinavano le vacanze di Natale dell’anno scorso l’allora 23enne Carter Cruise stava seguendo i suoi corsi universitari ed era impegnata nelle inziative della sua associazione studentesca. Nel dicembre di quest’anno ha ricevuto nove nominations per i premi AVN, ovvero gli oscar del porno. Un’ascesa rapida, che Carter ha deciso di raccontare a Cosmopolitan in un lungo articolo che ripercorre le tappe brucianti della sua fantastica carriera.
carter cruise pornostar 1
CARTER CRUISE, PORNOSTAR – «Ho sempre saputo fin da quando ero giovane di voler sfondare nel mondo dello spettacolo. Non avevo nemmeno voglia di iscrivermi al college, e non ci sarei nemmeno andata se non fosse stato per seguire il ragazzo con cui stavo in quel momento. Avrei voluto trasferirmi a New York o Los Angeles per cercare di dare sfogo alla mia ambizione. Al college la mia vita non era felice, e allora ho deciso di prendermi un semestre sabbatico per concentrarmi su di me», racconta Carter Cruise. «Mi sono seduta e ho fatto una lista delle esperienze che avrei voluto provare nella mia vita. Le volevo tutte, anche quelle brutte», continua. «Volevo scrivere, volevo fare musica, volevo fare moda. E non mi chiedevo nemmeno come avrei potuto fare tutte queste cose nella vita. Il porno è stato il primo passo perché mi ha dato il capitale e le conoscenze per costruire il mio marchio, ma anche per gettare le basi delle cose creative che volevo fare». Quindi, continua Carter, ha cominciato a posare per un fotografo per adulti, e per la prima volta nella sua vita si è messa in topless davanti all’obiettivo. «Essere sexy davanti alla macchina fotografica è una cosa molto eccitante», dice, e ricorda che è stata quella prima esperienza a convincerla che era tempo di buttarsi e di non aver più paura.
 

Guarda le foto di Carter Cruise dalla sua pagina Facebook:


 
carter cruise pornostar 2
LA STORIA DI CARTER – I suoi genitori erano i tipici cristiani del sud degli USA, molto conservatori. Ma si sono adatti ai tempi d’oggi, e oggi il padre è un convinto femminista e un suo sostenitore. «Quando ho girato la prima scena porno ero molto nervosa. La ragazza con cui doveva girarla era nel settore da cinque anni, stava per andare in pensione. Ha detto che si sarebbe presa cura di me, e mi avrebbe aiutato. Prima di cominciare pensavo: “So come fare sesso, io sono brava a letto!”, ma dopo aver girato con lei ho capito che mi sbagliavo: lei era molto più brava di me». Poi però si è rilassata, ed è andato tutto bene. «Anche se mi avevo sempre pensato di avere una strana vagina, ma il regista quando l’ha vista ha detto: “hey, dobbiamo farle un primo piano, è bellissima!”». Carter è famosa nell’ambiente perché non si taglia i peli pubici, e questo l’ha portata ad essere riconoscibilissima e ha fondato una nuova moda nel porno.
carter cruise pornostar 3
IL PORNO E I RAGAZZI – C’è un capitolo dolente in questa sua svolta lavorativa: i ragazzi. «Io non voglio mentire sul mio lavoro, eppure la maggior parte dei ragazzi non lo capisce. E poi, i progetti per il futuro: «La prossima cosa dove ho intenzione di entrare è l’industria musicale. Ho diverse canzoni a cui ho lavorato per tutta l’estate da proporre. Il mio primo album dovrebbe uscire nei primi mesi del 2015. Non posso dire troppo perché il mio manager mi ucciderà! Io ancora un sacco di contratti in corso con il porno e voglio assolutamente rimanere concentrato su quelli. Scrivere è anche una grande cosa per me. Ho scritto un paio di cose, alcuni blog di sesso. Mi piacerebbe continuare».