WebstarZ

Da dove viene il fascino del cattivo ragazzo?

CATTIVO RAGAZZO

Chi non si è mai presa almeno una cotta per il cosiddetto cattivo ragazzo? Insomma, il bello e dannato, quello che ci prova con tutte ma non si impegna con nessuna, dall’aria misteriosa e sfuggente e con la tendenza a mentire. Si trattasse anche solo di un personaggio di fantasia, come il protagonista di un film, almeno una volta un tipo del genere ha fatto battere il cuore di ogni ragazza. Eppure nella vita reale una relazione del genere non porta certamente benefici alla persona, anzi. E allora, perché le donne continuano ad esserne ammaliate, contro ogni logica? L’Express finalmente ci spiega da cosa è generato il fascino del cattivo ragazzo.
CATTIVO RAGAZZO
 
IL CATTIVO RAGAZZO: IN AMORE VINCE CHI FUGGE – Avete presente il vecchio detto “in amore vince chi fugge”? Lo sappiamo, con te non hai mai funzionato, ma sembra che riguardo ai cattivi ragazzi vada alla grande. Infatti la donna tende a provare un’attrazione fatale per la storia che percepisce come una sfida e la cui vittoria riuscirebbe a dimostrarle temporaneamente di essere migliore delle altre o almeno all’altezza delle aspettative. Anche se è sempre utile ricordarsi che l’amore non è una sfida quotidiana, ma un percorso di felicità reciproca che sarebbe opportuno intraprendere solamente dopo aver trovato il proprio equilibrio in solitudine. Infatti numerose donne coinvolte in simili dimostrano pentimento: dopo aver lottato per ottenere un po’ di attenzioni, si sono trovate coinvolte in storie in cui non erano altro che la sua ombra.
CATTIVO RAGAZZO
 
IL CATTIVO RAGAZZO: IL CAMBIAMENTO CHE NON C’È – Oltre alla sfida del ragazzo irraggiungibile, nella mente delle donne interessate si forma un’altra trappola: il desiderio di cambiare la sua indole, di diventare quell’unica donna speciale per cui, dopo tante avventure, lui perderà la testa definitivamente. Troppe storie d’amore indirizzate soprattutto ad un pubblico adolescenziale hanno contribuito a rendere questo stereotipo un desiderio fisso nella mente di molte, ma la realtà purtroppo è differente. Non solo il cambiamento spesso e volentieri non c’è, ma potrebbe avvenire in peggio: dove finisce l’aura di mistero del bello e dannato dopo anni di convivenza? Spesso e volentieri ci si trova davanti una persona che appare anche abbastanza patetica.
IL CATTIVO RAGAZZO: OGNI RAPPORTO È DIVERSO –  In ogni caso, la psicologa Patricia Delahaie ci ricorda che etichettare le persone in base a determinati comportamenti potrebbe rivelarsi riduttivo. Chi è realmente il cattivo ragazzo? Secondo lei si tratta non tanto del bello e dannato, ma della persona che indipendentemente dal carattere potrebbe farci del male, anche a dispetto delle apparenze. Ogni rapporto infatti è diverso e viverlo con inutili preconcetti è riduttivo.
 

Hai paura di trovare un cattivo ragazzo? Scopri se sai scegliere quello giusto!