PopStarZ

Cerco un centro di gravità permanente: La Casa di Carta ha una nuova canzone italiana

La quarta stagione della Casa di Carta sta per arrivare: e dopo Bella Ciao tutto il mondo imparerà due nuove canzoni italiane. “Cerco un centro di gravità permanente” di Franco Battiato e “Ti Amo” di Umbero Tozzi

Cerco un centro di gravità permanente: La Casa di Carta ha una nuova canzone italiana

Spiega “Palermo” sul Messaggero:

«La Casa di Carta ha successo in Italia, anche grazie a Bella ciao, un inno alla resistenza che diventa il grido di battaglia della banda», ci racconta Palermo, ovvero Rodrigo de la Serna, argentino di Belgrano, 43 anni. Gli fa eco Pedro Alonso, il Berlino di cui Palermo è innamorato: «Ricordo quando l’ho cantata sul set: il tecnico del suono si è messo a piangere, suo nonno era stato un partigiano. Per questo dico a tutti di cercare il significato di quelle parole». Il legame fra la serie e l’Italia delle canzoni sarà ancor più forte nella quarta stagione: «Avremo Ti amo di Umberto Tozzi e Centro di gravità permanente di Franco Battiato. Chissà il pubblico…», commenta, canticchiando Battiato, Rodrigo de la Serna.

Non ci resta che cantarla. E se non la sapete ecco il testo.

Cerco un centro di gravità permanente – Testo – La Casa di Carta

[Strofa 1]
Una vecchia bretone
Con un cappello e un ombrello di carta di riso e canna di bambù
Capitani coraggiosi
Furbi contrabbandieri macedoni
Gesuiti euclidei
Vestiti come dei bonzi per entrare a corte degli imperatori
Della dinastia dei Ming

[Ritornello]
Cerco un centro di gravità permanente
Che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose e sulla gente
Avrei bisogno di…
Cerco un centro di gravità permanente
Che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose e sulla gente
Over and over again

[Strofa 2]
Per le strade di Pechino erano giorni di maggio
Tra noi si scherzava a raccogliere ortiche
Non sopporto i cori russi
La musica finto-rock, la new wave italiana, il free jazz punk inglese
Neanche la nera africana

[Ritornello]
Cerco un centro di gravità permanente
Che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose e sulla gente
Avrei bisogno di…
Cerco un centro di gravità permanente
Che non mi faccia mai cambiare idea sulle cose e sulla gente
Over and over again

 

Leggi anche: Itziar Ituño: l’ispettore Raquel Murillo della Casa di Carta ha il coronavirus