Cronaca

La strana storia del coccodrillo di Maccarese

coccodrillo maccarese

Prima Il Messaggero e poi alcuni giornali locali riportano la notizia dell’avvistamento di un coccodrillo a Maccarese. Un autista dell’azienda Lattesano lo avrebbe avvistato durante una consegna la mattina molto presto. Cosa c’è di vero?

Il coccodrillo di Maccarese e la testimonianza di Emanuele Redolfi

Fregeneonline riporta le parole di Emanuele Ridolfi, l’autista di Lattesano:

 “Ero partito da Maccarese per la consegna del latte – racconta – quando sono arrivato all’incrocio tra via delle Tamerici e via Campo Salino sul bordo del canale c’era questo lucertolone lungo almeno due metri e mezzo. Mi sono spaventato, ma come mi sono avvicinato con il camion sullo sterrato è scappato velocissimo all’interno del canale”

Il giornale on line spiega anche che dopo l’articolo sono arrivate anche altre testimonianze che raccontano di aver visto il rettile. Anche l’Ansa spiega che le segnalazioni si susseguono da giorni:

 “C’è un coccodrillo nel canale”. E’ la la voce di inizio estate che da, alcuni giorni, si sta alimentando a Maccarese, dove risultano segnalazioni di avvistamenti di una possibile presenza di un coccodrillo, o probabilmente un grosso varano o iguana, nei canali di scolo tra via Campo Salino e via delle Tamerici. Le testimonianze parlano di un rettile lungo oltre due metri e i presunti avvistamenti, da parte di alcuni operatori agricoli ma anche da residenti, sarebbero per lo più stati fatti nelle prime ore del mattino o all’alba. Finora nessun riscontro oggettivo ma la prima segnalazione sarebbe risalente a due mesi fa, seguita da altre più recenti.

Ma il coccodrillo di Maccarese come fa?

Le autorità stanno svolgendo verifiche. Il Wwf non esclude che ci possa essere davvero un coccodrillo. Anche se qualcuno confuso dallo spavento e dalla fugacità con cui si sono svolti gli incontri ravvicinati con l’animale potrebbe aver scambiato un iguana per il misterioso coccodrillo:

Della circostanza sono stati ora informati i carabinieri di Fregene che, a loro volta, hanno messo al corrente la Forestale, per eventuali verifiche sul campo. Il “mistero coccodrillo” ora sta girando anche sulle pagine social locali, tra commenti, incredulità e parodie. Il Wwf litorale, che si occupa della gestione delle Oasi di Fregene e Maccarese, al momento, non ha ricevuto direttamente alcuna segnalazione sulla presunta presenza di un coccodrillo. “Tutto può essere, non sarebbe la prima volta che qualcuno abbandoni un rettile cresciuto, troppo, in casa”, è il commento.