Apertura

Dolce e Gabbana e la famiglia con un padre e una madre

dolce e gabbana famiglia tradizionale

Gli stiliti Domenico Dolce e Stefano Gabbana intervistati da Panorama rispondono alla domanda “Che cos’è la famiglia”

Guardando le migliaia di scatti che ci hanno inviato abbiamo capito chela famiglia non è una moda passeggera.È un senso di appartenenza sovrannaturale. Abbiamo deciso di realizzare questo progetto quando notammo che la gente copiava le nostre campagne pubblicitarie, mettendo i familiari in posa, vestiti di tutto punto e poi postandole foto sui social network. Ci siamo guardati e detti: è semplicemente geniale. La gente ha bisogno di appartenenza. Dolce: Non abbiamo inventato mica noi la famiglia. L’ha resa icona la Sacra famiglia, ma non c’è religione, non c’è stato sociale che tenga: tu nasci e hai un padre e una madre. O almeno dovrebbe essere così, per questo non mi convincono quelli che io chiamo i figli della chimica, i bambini sintetici. Uteri in affitto, semi scelti da un catalogo. E poi vai a spiegare a questi bambini chi è la madre. Ma lei accetterebbe di essere figlia della chimica? Procreare deveessere un atto d’amore, oggi neanche gli psichiatri sono pronti ad affrontare gli effetti di queste sperimentazioni.

Alla domanda se desiderano in figlio rispondono:

G. Sì, io un figlio lo farei subito.D. Sono gay, non posso avere un figlio.Credo che non si possa avere tutto dalla vita, se non c’è vuol dire che non ci deve essere. È anche bello privarsi di qualcosa.La vita ha un suo percorso naturale,ci sono cose che non vanno modificate.E una di queste è la famiglia.