Apertura

La donna trovata morta a Roma con i figli

Khadia El Faktani carlo felice

Un donna di nazionalità marocchina è stata trovata morta nella sua casa a Roma, pochi minuti fa in un in un appartamento di via Carlo Felice, vicino piazza San Giovanni. Nella stessa abitazione, ma in una stanza diversa sono stati trovati morti due dei suoi figli. I bambini hanno ferite di arma da taglio sul corpo. Una bambina è stata ritrovata ancora viva, ma in condizioni gravissime, ed è stata ricoverata in ospedale, presenterebbe anche lei ferite probabilmente inferte con un coltello.
LA DONNA MORTA A ROMA CON I FIGLI MORTI – Come spiega l’Ansa:
Le vittime sono tutte di nazionalità marocchina. Sul posto la scientifica e il pm della Procura di Roma Francesco Minisci. Da un primo esame sui cadaveri dei bambini è emerso che sarebbero stati ripetutamente colpiti con un’arma da taglio. Nessuna ipotesi investigativa e’ esclusa, compresa quella che la donna possa avere ucciso i figli in un raptus e poi si sia suicidata. Gli agenti che indagano sulla morte della donna trovata impiccata e dei suoi due bambini a Roma stanno ascoltando i vicini di casa per tentare di ricostruire cosa sia accaduto nell’ appartamento dove sono stati trovati i tre cadaveri. La polizia è intervenuta nello stabile di via Carlo Felice verso le 14, dopo una segnalazione al 113. In corso ricerche per rintracciare il marito della donna.
LA DONNA MORTA A ROMA: SANGUE OVUNQUE – La bambina sopravvissuta secondo l’Ansa avrebbe un’età apparente di quattro anni, e numerosi tagli sul corpo. I soccoritori arrivati sul posto hanno visto la scena del crimine: nelle stanza dove sono stati trovati i bambini morti c’era sangue ovunque.
DONNA MORTA A ROMA: IL MARITO IN OSPEDALE – È ricoverato in ospedale dalla serata di ieri il padre marocchino dei due bambini trovati morti e un terzo ferito in un appartamento di via Carlo Felice, a Roma. La donna, di 42 anni, e’ stata trovata cadavere nella vasca da bagno dell’appartamento con tagli alla gola e alle braccia. L’uomo, di 43 anni, si e’ presentato nel cuore della notte al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni con una ferita da taglio all’addome. Ai medici ha riferito di essersi ferito nel corso di un tentativo di rapina avvenuto sotto casa. La sua versione e’ ora all’esame degli investigatori della squadra mobile della capitale. L’elemento certo e’ che nel primo pomeriggio di oggi un inquilino della palazzina di via Carlo Felice, occupata da alcuni anni, ha notato nell’appartamento al quarto piano la porta socchiusa e vedendo diverse macchie di sangue ha chiamato il 118.