Costume

Dove sono quelli che criticavano la Ferragni ora che ha donato 100mila euro al San Raffaele?

Qualche giorno fa Chiara Ferragni ha lanciato un appello per rimanere a casa e tenere comportamenti corretti che possano evitare che il coronavirus continui a contagiare sempre più persone. E’ stata criticata. Ora insieme a Fedez ha deciso di fare una donazione al San Raffaele per creazione di nuovi posti letti all’interno del reparto di terapia intensiva. Invitando a fare altrettanto

Dove sono quelli che criticavano la Ferragni ora che che donato 100mila euro al San Raffaele?

Ecco il testo del comunicato stampa:

Chiara Ferragni e Fedez, attraverso una donazione a livello personale di € 100.000, danno il via a una campagna a sostegno della raccolta fondi destinata alla creazione di nuovi posti letti all’interno del reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano, parte del Gruppo San Donato, ad oggi strettamente necessari e indispensabili per affrontare l’emergenza sanitaria del Coronavirus e per fornire gratuitamente a ciascun paziente la cura medica di cui ha urgentemente bisogno. L’iniziativa – fa sapere la coppia – realizzata con la collaborazione del prof. Alberto Zangrillo, primario di terapia intensiva cardiovascolare e generale dell’ospedale San Raffaele di Milano, andrà in supporto alla terapia intensiva, ambiente super specialistico per malati gravi. Gli ammalati con insufficienza respiratoria causata dall’epidemia in corso occupano questi reparti che risultano altamente insufficienti a fronteggiare la crisi. Un letto di terapia intensiva ha un costo nettamente superiore rispetto a un letto di degenza normale. È necessario un monitor che rilevi le funzioni vitali del paziente, un ventilatore che assista la respirazione del malato e una serie di pompe infusionali per liquidi e farmaci. Lo scopo di Chiara Ferragni e Fedez è quello di incentivare chiunque a dare un aiuto concreto a tutto lo staff dell’Ospedale San Raffaele di Milano, collegandosi direttamente al link https://www.gofundme.com/f/coronavirus-terapia-intensiva. Accedendo direttamente alla campagna, sarà possibile dare una donazione minima di € 5 (la piattaforma non ha commissioni, ma in fase di donazione il donatore può lasciare una mancia facoltativa), i fondi totali raccolti saranno direttamente devoluti all’ospedale per il rafforzamento della terapia intensiva. “Speriamo che questa nostra iniziativa sensibilizzi le persone in Italia e all’estero, sull’emergenza Coronavirus nella quale siamo tutti coinvolti” spiegano Chiara Ferragni e Fedez. “È un contributo concreto che apprezziamo moltissimo e che speriamo sia di esempio per molti. Noi continuiamo la nostra battaglia, che vinceremo, contro questa emergenza straordinaria, dove le terapie intensive rappresentano l’unica possibilità di guarigione per i pazienti più gravi” dichiara il prof. Alberto Zangrillo, primario di terapia intensiva cardiovascolare e generale dell’ospedale San Raffaele di Milano

“Chiara Ferragni prima va in montagna e poi dice di fare attenzione per il coronavirus”

 
Quando ti indicano il coronavirus e tu guardi il dito succede anche che l’appello di Chiara Ferragni a tenere comportamenti adeguati a evitare il contagio sia un’occasione per criticarla.

 
Anche se è vero che l’influencer pochi giorni fa era in vacanza in montagna, questo non significa che non possa usare il suo potere mediatico per rimediare. E se anche avesse capito solo ora che siamo tutti a rischio ha fatto la cosa migliore che potesse per aggiustare il tiro. Ma invece di concentrarsi sul messaggio in tanti stanno solo criticando:

Le sue parole non diventano meno giuste perché ha commesso un errore nei giorni scorsi. Del resto anche Zingaretti, positivo al coronavirus, era stato a un aperitivo a Milano con il sindaco Sala per incoraggiare la città a non fermarsi. Questa emergenza la stiamo capendo attimo per attimo. Diamoci da fare tutti invece di dire parole a caso.

chiara ferragni coronavirus appello video

Chiara Ferragni e le cose intelligenti da dire sul coronavirus: “Stiamo a casa”

Chiara Ferragni lancia un appello a tutti per l’epidemia di coronavirus. Ed è importante che lo faccia proprio lei che ha un potere mediatico enorme. Anche commuovendosi.

Chiara riflette spiegando che non abbiamo mai vissuto un periodo come questo, in cui ci viene chiesto di evitare il contatto fisico “Questa è una situazione veramente orrenda, quello che sta succedendo nel mondo, adesso anche in Italia”. Quante volte ci è successo nella vita quello che succede adesso? Un periodo in cui vengono chiuse le scuole. E proprio perché è un momento particolare invita a riflettere. Anche se il coronavirus in sé non fa così paura come malattia è importante che la possibilità di contagio sia ridotta al minimo.

Tutti dobbiamo fare dei sacrifici. Lei ammette di aver dovuto cancellare molti lavori per colpa dell’epidemia. E proprio per questo motivo spiega che il sacrificio di non frequentare posti affollati e di seguire le linee guida, a partire dal lavarsi le mani, non è così gravoso come sembra. E invece evitare che molte persone a rischio finiscano in terapia intensiva per uno nostro comportamento irresponsabile quello sì che è davvero grave. Il pensiero che stando tutti uniti nel comportarci nella maniera corretta farà sì che l’epidemia abbia una durata minore dovrebbe renderci più forti e consapevoli che possiamo farcela, tutti insieme. “Niente panico, siamo uniti. Noi italiani siamo fortissimi. Ci risolleveremo da questo proprio al cento per cento. Però usate il cervello”