Costume

Elena Santarelli, il tumore di Giacomo e gli haters che la coprono di accuse assurde

elena santarelli

Elena Santarelli sta vivendo una situazione molto delicata a causa del tumore celebrale che ha colpito il figlio Giacomo. Alcuni followers però, continuano ad attaccarla dicendole che ha una vita agiata essendo famosa e ricca. La Santarelli ha così deciso di rispondere una volta per tutte difendendosi dalle accuse assurde.

 

Elena Santarelli, il tumore di Giacomo e gli haters che la coprono di accuse assurde

Perdo anche tempo con una come te. Mi fai tenerezza e anche tanta. Sono la prima a dire che non sono l’unica. Però dovresti documentarti sui numeri raccolti per la ricerca. Ti sei attaccata alla frase ‘con i soldi di tuo marito’ Ma come sei messa? Te c’hai un livore dentro… Sempre detto di essere fortunata nonostante tutto. Evidentemente non sei attenta. Ti consiglio di stare zitta. Comunque ho il mio conto corrente 😂😘”.

Non è la prima volta che Elena Santarelli viene insultata senza motivo. L’altra polemica nata su Instagram è stata a causa della foto in montagna pubblicata dalla showgirl. Qualcuno infatti le ha chiesto se avesse portato anche Giacomo con lei.

E sentiamo quali sarebbero le controindicazioni? Spero che tu sia laureata in oncologia e soprattutto in tumori cerebrali perché sono stanca di tutti questi professori e professoresse che girano su ig. E che puntano il dito senza sapere, che giudicano gli altri e non giudicano se stessi. Aspetto con ansia la risposta! Io non sono laureata, ma assicuro che potrei fare un libro su come va affrontata questa esperienza, sulle cose da dire, da fare e da non fare. Cose imparate sul campo e anche con tanta fretta. La prima cosa da fare è far finta che non ci sia nessun problema da risolvere in casa. Dai retta ad una mamma di 37 anni che la sa lunga.

Ha poi aggiunto:

Io sono la prima a dire queste cose. L’ho sempre detto, anche quando non sapevo della malattia di mio figlio, consapevole di vivere una vita abbastanza facile rispetto a tante altre. I soldi possono aiutare in questo caso. Ad avere meno pensieri e a far fare a tuo figlio mille cose che magari altri non possono. L’ho sempre ribadito… Io non sono una super mamma, sono una mamma normale con un problema da risolvere e ho sempre detto che ci sono cose peggiori. Comprendo tutto. Se una persona mi dice che è piena di rabbia… Ma così dal nulla no. Soldi o no la notte non si dorme bene con una diagnosi come la mia, ecco la verità. Si va avanti, ma i pensieri ci sono e neanche il conto corrente più gonfio te li toglie! Un bacio.