PopStarZ

Fabiana Muscas è amica di Marco Carta o no?

marco carta coming out

Selvaggia Lucarelli intervista Marco Carta sul Fatto Quotidiano ed emergono alcune stranezze nella versione del cantante. Come stanno le cose?

Fabiana Muscas è amica di Marco Carta o no?

Marco Carta sembra contraddirsi di fronte alle domande della giornalista:

Il papà della Muscas ha detto che la figlia ti ha coperto, che si è presa la colpa.
Allora va a parlare con i miei, così uno a uno e palla al centro. Io comunque non parlo di questa persona.

Perché la chiami “questa persona ”visto che è una tua amica di vecchia data, una tua fan?
Questo lo dici tu.

Lo hai ammesso tu in tv.
Sì, è un’amica carissima, ma non una fan.

La Lucarelli conclude:

Certo, delle perplessità sulla sua versione restano, è strano che la sua carissima amica l’abbia raggiunto a Milano partendo da Cagliari, ma che alla famiglia abbia detto che andava a Roma in vacanza, per dire. Di certo, però, ci sono solo due cose: il giorno dopo l’udienza, Carta era già a Mykonos e guarda caso, per la prima volta veniva paparazzato in effusioni col suo fidanzato Sirio, commesso in un negozio in via Sant’Andrea a Milano. Un anno fa il coming out era avvenuto giusto il giorno prima l’uscita del suo disco. Sempre nello stesso salotto tv.

Fabiana Muscas: chi è l’amica di Marco Carta

Fabiana Muscas è la donna di 53 anni arrestata con Marco Carta per furto la settimana scorsa. La donna è un’infermiera professionale che lavora all’ospedale Brotzu di Cagliari, divisione cardiologia. Al processo per direttissima domenica il cantante si è difeso: «Io non ho rubato». E il giudice non ha convalidato l’arresto. A lei — 53 anni, sposata e vedova, una figlia — invece lo ha confermato,pur senza misure cautelari (cioè nessuna detenzione, in attesa del processo per entrambi, il 20 settembre). Da quel momento è svanita: non si sa se sia ancora a Milano o se è ritornata a Cagliari, dove vive in un quartiere popolare in casa dei genitori. Il Corriere della Sera ha provato a cercarla a casa sua:

«Fabiana non è qui» risponde al citofono una voce femminile. E non era neanche al lavoro in ospedale. Lei tace, per ora, anche se a un’amica ha risposto con un breve messaggio, fotocopia di quanto ha messo a verbale Carta: «Io non ho fatto niente». Anche i colleghi dell’ospedale sono increduli: «È una donna determinata, a volte spigolosa nei rapporti, ma ineccepibile nel lavoro. Quando l’abbiamo vista in tv a palazzo di giustizia e abbiamo saputo siamo rimasti allibiti. Impossibile pensare che una come lei abbia potuto rubare».

marco carta

Il curriculum sembrerebbe confermare: coordinatrice dell’équipe infermieristica di cardiologia, tutor di eventi formativi, relatrice in congressi scientifici, esperta di programmi di riabilitazione dopo eventi cardiovascolari. Si è impegnata anche in attività sindacale, con la Cisl (ma ora non è più iscritta) fra i delegati della lista per la rappresentanza aziendale. Tuttavia una nota dell’ordine degli infermieri di Cagliari proietta qualche ombra («Fabiana Muscas non risulta iscritta all’albo») e annuncia approfondimenti sulla sussistenza dei requisiti per esercitare la professione.