Apertura

FCKH8: le bimbe-barbie che dicono zozzerie per il femminismo

FCKH8

Anche se a prima vista non sembra, nella nostra società la parità tra i sessi è ancora lontana. Per lo stesso tipo di lavoro, i salari delle donne sono decisamente inferiori a quelli maschili, una donna su cinque rischia di essere aggredita, molestata o stuprata e in tutto questo viene colpevolizzata per il suo abbigliamento, dopo anni di pressioni riguardo l’essere carina, attraente e ben vestita. C’è ancora bisogno di femminismo e soprattutto di campagne ad effetto che sappiano smuovere l’opinione pubblica. Per questo motivo nasce FCKH8. Come ci spiegano anche Buzzfeed e Snopes, si tratta di un video che mostra bambine vestite da principesse che, dopo aver la bocca, farebbero impallidire il Sergente Hartman. Cosa dicono?
 
FCKH8
 
FCKH8: PREFERITE UNA BAMBINA CHE DICE FUCK O… – Lo scopo del video è senza dubbio la provocazione attraverso lo stridente contrasto tra immagini e parole: chi si aspetterebbe che una principessina del genere conosca una tale quantità di parolacce? Per questo, le bambine ti invitano a riflettere: è più offensiva una bambina che dice fuck o un mondo in cui le donne vengono pagate il 25% in meno degli uomini, chiedono, tagliando una banconota come dimostrazione? “Non dovrei bisogno di un pene per essere pagata!”, aggiungono.
 

FCKH8: ecco le foto delle bambine


FCKH8: UNA DONNA SU CINQUE VITTIMA DI STUPRO – Il video continua spiegando che per la parità dei sessi non basta il diritto di voto: finché una donna su cinque è vittima di stupro e una ragazza sola ha paura di rientrare per via di quel breve tragitto dalla casa alla macchina, ci sarà ancora bisogno di femminismo. Le bambine contano cinque del gruppo: “Chi di noi sarà la vittima?” chiedono. E in tutto questo, non solo continuano a colpevolizzare le donne insegnando loro come vestirsi per prevenire uno stupro, invece di insegnare ai ragazzi a non stuprare; contemporaneamente, una ragazza riceve fin da piccola costanti pressioni sull’essere carina, curare fino all’inverosimile il proprio aspetto fisico e apparire sempre al meglio. “Le mie aspirazioni nella vita non dovrebbero riguardare la forma del mio culo.”
 
FCKH8
 
FCKH8: LA CAMPAGNA – Il filmato si conclude parlando dell’obiettivo della campagna: per ogni quindici dollari di acquisto in t-shirt dagli slogan antisessisti, antirazzisti e antiomofobi cinque verranno destinati a progetti volti ad abbattere le diseguaglianze di genere. La campagna però sarebbe ancora più bella se tutti i ricavi fossero destinati a simili progetti, dal momento che utilizzano dei minori e anche in maniera molto provocatoria.  In ogni caso, il video ha raggiunto un gran numero di visualizzazioni e sembra essere sulla bocca di tutti. almeno qualcuno recepirà il messaggio?
 

FCKH8: guarda il video