Epic big fail

L'uomo ferito dal microfono al concerto dei Liftiba denuncia Piero Pelù

piero pelù

Durante il concerto dei Litfiba al Forum di Assago un fan è stato vittima di un’incidente che ha scatenato la polemica. Preso dalla foga Piero Pelù avrebbe lanciato il suo microfono al pubblico colpendo Roberto Moncata che aveva pagato il biglietto per vedere il gruppo rock toscano. Il ristoratore colpito dal microfono ha raccontato a La Gazzetta di Modena di essere stato fin troppo fortunato perché sabato sera le cose sarebbero potute finire molto male per lui:

Pelù stava cantando una delle canzoni più note del gruppo, chiamata “Tex”, e con il microfono a filo mimava un atteggiamento da cow-boy. Io e alcuni amici eravamo a una ventina di metri dal palco, nel parterre e fortunatamente ero di spalle perché stavo andando a prendere da bere. Proprio per questo non mi sono accorto del microfono che, staccandosi dal filo, mi ha colpito su un gamba. Se avessi guardato il palco quel microfono poteva finirmi in piena faccia e causare danni grossi. Mi ha comunque procurato un ematoma al malleolo, rompendomi la calza e ora il piede è tutto gonfio e non posso fare il mio lavoro.

I membri dello staff dei Liftiba non si sono curati dell’incidente e non hanno contattato o aiutato Roberto in nessun modo. La vittima però oltre ai danni fisici lamenta anche il disagio di non poter lavorare ed ha deciso così di sporgere denuncia. A stare più attento dovrà essere Piero Pelù, non è la prima volta che si lascia sfuggire il microfono di mano.

Prometto che nei prossimi concerti mi farò scotchare meglio il microfono così non si staccherà e non rischierò di ammazzare qualcuno sugli spalti.

LE SCUSE DI PIERO PELU’ E GLI INSULTI A ROBERTO MONCATA – Sempre la Gazzetta di Modena oggi racconta che Moncata è stato oggetto delle critiche dei fan di Piero Pelù che lo ha contattato telefonicamente tramite il suo portavoce:

Dopo la pubblicazione dell’accaduto sulla Gazzetta, sui social sono comparsi commenti diffamatori verso il ristoratore accusato, dai fan di Pelù e del suo gruppo, di cercare solo pubblicità. Moncata, titolare del wine-bar “Via Taglio 12” ha così deciso di replicare per fare chiarezza sulla cosa.
«Quanti mi conoscono sanno che non cerco notorietà e non sono così meschino.Anche perché non hopreso giorni di riposo e domenicamattina ero già di nuovo al mio posto nel bar del centro. Piuttosto mi chiedo che sarebbe accaduto se quel microfono partito dal palco avesse colpito ad esempio i bambini che erano a pochi passi da me. Oggi (ieri per chi legge ndr.) mi è anche arrivata una telefonata dal portavoce di Pelù che mi ha invitato per un chiarimento assieme al cantante. La cosa mi ha fatto piacere e se ci saranno le scuse le accetterò».
E riguardo alla denuncia annunciata, Moncata spiega che,nel caso dovesse andare avanti esi arrivasse ad un risarcimento, non lo terrebbe certo per sè.«Oggi 2 aprile – dice – è la giornata dedicata agli autistici, per cui ho deciso che eventuali cifre le donerò all’associazione Aut Autdi Modena che si occupa di queste persone. Sono attento alla beneficenza: lo scorso settembre, ad esempio, abbiamo raccolto 20mila euro per Amatrice».